neq-header.jpg
Stampa
12
Set

Non solo elettrico: auto ad emissioni zero possibili anche con i carburanti sintetici

Bosch ha sviluppato un processo che trasforma la CO2 in energia liquida facendola interagire con l’idrogeno. Tecnologia competitiva che risolve il nodo dell’autonoma e della diffusione dei punti di ricarica elettrica

bosch carburanti sintetici rifornimento autoFino a pochi anni fa, l'idea di costruire un motore a combustione a zero emissioni di CO2 era un sogno irrealizzabile. Ma ora questo sogno potrà presto trasformarsi in realtà, grazie a una componente segreta: i carburanti sintetici, o carburanti a zero emissioni di CO2, ottenuti tramite un processo di fabbricazione che cattura la CO2. Grazie a questo procedimento, la CO2diviene una materia prima da cui è possibile ricavare benzina, diesel, e gas sostitutivo del gas naturale, utilizzando l'energia elettrica ottenuta da fonti rinnovabili.

«I carburanti sintetici possono trasformare le auto alimentate a benzina e diesel in veicoli a zero emissioni di CO2, contribuendo significativamente alla riduzione del riscaldamento globale», ha detto Volkmar Denner, presidente del consiglio di amministrazione di Robert Bosch GmbH. Gli esperti  di Bosch hanno fornito una stima precisa del contributo che potrebbe venire dal solo parco veicoli europeo: entro il 2050, l'utilizzo programmato dei carburanti sintetici come strategia complementare alla mobilità elettrica, potrebbe fare risparmiare 2,8 miliardi di tonnellate (2,8 gigatonnellate) di emissioni di CO2. Tale cifra equivale a tre volte le emissioni di CO2 della Germania nel 2016.

Uno sguardo oltre i confini europei, mostra quanto sia urgente ridurre ulteriormente le emissioni legate al traffico dei veicoli: per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni fissati alla conferenza di Parigi, entro i prossimi quarant'anni sarà necessario ridurre in tutto il mondo del 50% le emissioni di CO2 legate al traffico veicolare, e almeno dell'85% nei paesi più economicamente sivluppati . «L'obiettivo di raggiungere i target prefissati di riduzione delle emissioni future ci impone di adottare anche altre soluzioni intelligenti, oltre alla mobilità elettrica», ha dichiarato Denner. È evidente se si pensa al fatto che un giorno, anche se tutte le automobili venissero convertite in auto elettriche, aerei, navi e persino camion continuerebbero comunque a funzionare a carburante. I motori a combustione a zero emissioni di CO2, alimentati con carburanti sintetici, costituiscono pertanto una soluzione molto interessante da adottare, anche per le autovetture. Oltre al vantaggio della riduzione delle emissioni, i carburanti sintetici consentono inoltre di ridurre praticamente a zero la produzione di fuliggine, con conseguente taglio dei costi delle tecnologie di trattamento dei gas di scarico.

Un altro vantaggio cruciale di questa soluzione consiste nella possibilità di continuare a utilizzare la rete esistente dei distributori di carburante, nonché di sfruttare le competenze sinora raggiunte nel campo dei motori a combustione. Lo studio condotto da Bosch evidenzia inoltre il fatto che se anche le auto elettriche diventassero più alla portata di tutti in futuro, risulterebbe comunque conveniente proseguire nello sviluppo di questi combustibili sintetici. Bosch ha calcolato che fino a una durata di vita dell'auto di 160.000 chilometri, il costo totale di proprietà di un veicolo ibrido alimentato con un combustibile sintetico potrebbe essere inferiore a quello di un'auto elettrica per spostamenti a lungo raggio, a seconda del tipo di energia rinnovabile utilizzato.

Tecnicamente, è già possibile produrre combustibili sintetici. Se l'energia elettrica utilizzata proviene da fonti rinnovabili (quindi senza emissioni di CO2), tali combustibili sono a zero emissioni di CO2 e molto versatili. L'idrogeno (H2) che viene inizialmente prodotto può essere utilizzato per alimentare delle celle a combustibile, mentre i combustibili creati a seguito di un'ulteriore lavorazione si possono utilizzare per far funzionare motori a combustione o turbine per aeromobili. Attualmente sono in corso in Norvegia e Germania alcuni progetti pilota di commercializzazione di diesel, benzina e gas sintetici. Inoltre, poiché i combustibili sintetici sono compatibili con la generazione di motori e con le infrastrutture esistenti, sarebbe possibile raggiungere in tempi più brevi un elevato grado di penetrazione nel mercato, rispetto alla conversione dell'intero parco veicoli esistente in veicoli elettrici. I possessori di veicoli più datati, o persino di auto d'epoca, potrebbero inoltre continuare a utilizzare i loro veicoli, poiché la benzina sintetica in termini di struttura chimica e di proprietà fondamentali è comunque ancora benzina.

I carburanti sintetici si ottengono esclusivamente da energia rinnovabile. In una prima fase, si produce idrogeno dall'acqua tramite l’elettrolisi (o anche tramite nuovi processi catalitici in corso di sperimentazione, che promettono efficienza decisamente più elevata). A questo viene aggiunto il carbonio, per produrre un carburante liquido. Il carbonio aggiunto può essere riciclato da processi industriali, o catturato dall'aria utilizzando appositi filtri. Combinando CO2 e H2 si ottiene il carburante sintetico, che può essere benzina, diesel, gas, o persino cherosene.

Quanto ai costi, al mento il processo di produzione di carburanti sintetici è complesso e costoso. In futuro però i costi di produzione dei carburanti sintetici potrebbero ridursi notevolmente, di pari passo con un incremento della loro produzione e con la riduzione dei prezzi dell'energia elettrica. Gli studi condotti suggeriscono che il carburante in sé (escluse tutte le accise), a lungo termine potrebbe arrivare a costare tra 1,00 e 1,40 euro al litro, livello sicuramente competitivo per il consumatore, ma bisognerà vedere come reagirà la fiscalità che dai carburanti raccoglie un notevole gettito dalle accise che, in una realtà come l’Italia praticamente raddoppia il costo del prodotto industriale.

MOTORI NEWS

Tesla presenta il suo primo trattore stradale pesante elettrico, Semi

Il colosso altoatesino della logistica Fercam prenota primo tir elettrico Tesla per la sua consociata americana Mao Inc

tesla semi truck 1Non solo auto elettriche ad alte prestazioni: Tesla si lancia anche nel campo del trasporto pesante presentando in anteprima il nuovo trattore stradale “Semi”, un camion 6x4 con il classico aspetto di cabina arretrata (“musone”) tipico dei truck d’oltreoceano, particolarmente curato sotto l’aspetto aerodinamico.

Leggi tutto...

Yamaha Niken la prima moto di serie multiruota al mondo

Al salone Eicma di Milano presentata in anteprima il modello commerciale della “tre ruote” sportiva

Yamaha 2018 nuova Niken MXT850 frontlatAl Tokyo Motor Show dell'ottobre 2015, Yamaha presentò il prototipo MWT-9: una concept bike a tre ruote che offrì una stimolante anticipazione del futuro. Oggi, due anni dopo, la Casa di Iwata svela al pubblico internazionale la nuovissima Niken: la prima moto multiruota al mondo, un modello pronto ad aprire nuove possibilità ai più evoluti che cercano un'esperienza di guida mai provata prima.

Leggi tutto...

BMW presenta ad Eicma il nuovo scooter C 400 X

E’ equipaggiato da un nuovo motore monocilindrico alimentato ad iniezione e va ad affiancarsi al più grande C 650

bmw motorrad c 400 x 1BMW Motorrad ha inaugurato la sua nuova categoria di prodotti nel settore della mobilità urbana nel 2011, con il lancio dei modelli BMW C 600 Sport e BMW C 650 GT come veicoli premium per il segmento dei maxi scooter. Ora BMW Motorrad fa un ulteriore passo avanti con la presentazione del nuovo BMW C 400 X – un veicolo premium per il segmento degli scooter di media cilindrata.

Leggi tutto...

Per abbattere inquinamento e costi di gestione Volvo Trucks lancia i nuovi motori a gas LNG

Si riducono le emissioni di CO2 dal 20% al 100% a seconda della provenienza del combustibile

volvo trucks gas metano liquidoPer ridurre l’inquinamento ambientale, Volvo lancia una nuova generazione di motori a gas liquido per autocarri che possono ridurre le emissioni di CO2 dal 20% al 100%, riducendo in modo significativo l'impatto climatico sulle operazioni di trasporto regionale e lungo raggio.

Leggi tutto...

Volvo Cars e Geely Holdings investono 640 milioni di Euro nello sviluppo di Polestar

Annunicato il lancio di una nuova coupé sportiva, Polestar 1 ad alte prestazioni mossa da un gruppo ibrido da 600Cv e 1.000 Nm

Volvo Polestar1 prototipo neroVolvo Cars e la sua proprietà cinese Geely Holdings hanno annunciato il progetto congiunto di investimento – per un totale di 640 milioni di euro – a sostegno della fase iniziale dello sviluppo industriale, di marchio e di prodotto di Polestar.

Leggi tutto...

Da Audi la conferma che Ducati non è in vendita. In arrivo nuovi investimenti

Stadler: «apprezzo il lavoro fatto, molto buoni i prossimi prodotti» 

ducati rupert stadlerSe ne è vociferato tuta l’estate circa una possibile dismissione del ramo delle “2 ruote” Ducati da parte del gruppo Volkswagen per tappare le falle aperte dai risarcimenti derivanti dallo scandalo “Dieselgate” che assume ogni giorno dimensioni sempre maggiori. Ma non si è mai passati dalle parole ai fatti. Fino ad ora, con un punto fermo per la fabbrica di Borgo Panigale.

Leggi tutto...

Honda presenta al salone di Tokio la moto prototipo elettrica capace di stare in equilibrio da sola

Nuova versione del “Riding Assist-e” installato a bordo di un prototipo di mobilità sostenibile

Honda Riding Assist e 5Dopo la presentazione allo scorso CES (Consumer Electronics Show, salone dedicato alle nuove tecnologie) di Las Vegas, dove Honda aveva mostrato al pubblico “Riding Assist", un dispositivo che permette alla moto di stare in equilibrio da sola, muoversi in autonomia e di seguire il proprietario, al prossimo Salone di Tokyo (27 ottobre – 5 novembre) sarà presentata una versione evoluta di quel primo prototipo, chiamata “Riding Assist-e”. 

Leggi tutto...

Mercato auto: a settembre crescita dell’8,1% ancora “pompata” dai “Chilometri zero”

Il 2017 va verso i due milioni di vendite nell’anno. Fca cresce del 5,2%, corrono Nissan e Renault 

Mercedes autoparco modelliIl mercato italiano dell’auto continua la sua fase di recupero con 166.956 autovetture immatricolate a settembre (+8,13%) – conseguendo il miglior risultato, in termini di volumi, dal 2009 – e vede avvicinarsi l’obiettivo di due milioni di immatricolazioni per l’intero anno. Un andamento “pompato” ancora dalle immatricolazioni di veicoli “chilometro zero” da parte delle Case e dei concessionari, che poi vengono rivendute sul mercato con sconti molto consistenti e che gonfiano il mercato dell’usato.

Leggi tutto...

Nissan Leaf: debutto in Europa con una versione speciale

La “2.Zero” proposta ad un costo di 37.490 euro senza gli incentivi

nissan nuova leaf stradaLa seconda serie di Nissan Leaf, il veicolo totalmente elettrico più venduto al mondo, cambia radicalmente pelle e contenuti e arriva in Europa con una versione lancio superaccessoriata “2.Zero”.

Leggi tutto...

Lexus: tutta nuova la LS 2018

Raggiunto e superato il lusso e la tecnologia della migliore produzione tedesca. Nuovo motore biturbo V6 3.5 litri da 420 Cv e 600Nm di coppia scaricati attraverso un cambio a 10 rapporti e la trazione integrale

lexus 2018 new LS 500 executive packageLexus rinnova in profondità la propria ammiraglia LS raggiungendo e superando il livello proposto dai migliori costruttori tedeschi del settore, proponendo un’ammiraglia di lusso piacevole da guidare e ricca di contenuti tecnologici in sintonia con il ridotto impatto ambientale.

Leggi tutto...

Arrivano in Italia le nuove Volvo S60 e V60 Polestar

Aerodinamica e fibra di carbonio per una deportanza aumentata del 30% e prestazioni migliorate del motore Drive-E da 2.0 litri portato a 367 Cv

Volvo 2017 new V60 S60 polestarArrivano in Italia le nuove Volvo S60/V60 T6 Awd Geatronic sottoposte alla cura Polestar, la marca della Casa dedicata alle auto ad alte prestazioni.

Leggi tutto...

Michelin Vision(e): il futuro del cerchio-pneumatico è già qui

Il Gruppo di Clermond Ferrand reinventa la ruota per autoveicoli

Michelin 2017 cerchio gomma vision 2Michelin reinventa il gruppo cerchio-pneumatico per autoveicoli, con attenzione all’ambiente: “Vision(e)” è il prototipo di pneumatico senza aria, connesso, ricaricabile, personalizzabile e organico, che è nello stesso tempo pneumatico e ruota, racchiude alcune delle più importanti tecnologie sviluppate nell’ultimo secolo nel settore del pneumatico.

Leggi tutto...

Non solo elettrico: auto ad emissioni zero possibili anche con i carburanti sintetici

Bosch ha sviluppato un processo che trasforma la CO2 in energia liquida facendola interagire con l’idrogeno. Tecnologia competitiva che risolve il nodo dell’autonoma e della diffusione dei punti di ricarica elettrica

bosch carburanti sintetici rifornimento autoFino a pochi anni fa, l'idea di costruire un motore a combustione a zero emissioni di CO2 era un sogno irrealizzabile. Ma ora questo sogno potrà presto trasformarsi in realtà, grazie a una componente segreta: i carburanti sintetici, o carburanti a zero emissioni di CO2, ottenuti tramite un processo di fabbricazione che cattura la CO2. Grazie a questo procedimento, la CO2diviene una materia prima da cui è possibile ricavare benzina, diesel, e gas sostitutivo del gas naturale, utilizzando l'energia elettrica ottenuta da fonti rinnovabili.

Leggi tutto...

Suzuki Swift arriva la versione tutto pepe Sport

Più leggera e più veloce, debutta in anteprima mondiale al Salone di Francoforte

suzuki 2017 swift sport frontlat stradaLa terza generazione di Swift Sport presenta una sagoma più bassa e più larga, uno stile più aggressivo e un rapporto peso/coppia motrice che ne fanno una vera e propria “hot hatch”.

Leggi tutto...

Automobili: a NordEst circolano mediamente le cilindrate più alte d’Italia

A Bolzano le auto più grandi, a Napoli quelle più piccole. Pesa il ruolo delle aziende di autonoleggio che immatricolano in regione le auto delle flotte e dei manager aziendali

autoparco teslaNon è solo il parco circolante più vecchio d'Europa, quello del Sud Italia, ma sicuramente anche il più lento. Lo rileva un’indagine condotta da Facile.it, sito che si occupa della comparazione online delle polizze assicurative e che, rielaborando i dati ufficiali del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha calcolato che la cilindrata media delle Auto in circolazione in Italia è di 1.486 cc. Guardando ai dati, emerge che la cilindrata delle automobili cambia sensibilmente tra le diverse aree del Paese, disegnando un'Italia a “due velocità”.

Leggi tutto...

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.