neq-header.jpg
Stampa
04
Dic

“Startup Friuli Venezia Giulia”: a Pordenone la prima edizione

Prima edizione di ³Startup FVG² Antonietta Zancan preside istituto Kennedy e studenti 1Evento promosso da Confindustria e Regione. Per le nuove iniziative imprenditoriali disponibili 6 milioni di euro

Aprendo i lavori della prima edizione di “Startup Friuli Venezia Giulia” a Pordenone, Matteo Di Giusto, presidente del Comitatoregionale Giovani Imprenditori di Confindustria, dopo aver ringraziato ipresidenti delle GGI di Pordenone e Udine, Marco Camuccio e MassimilianoZamò per la felice intuizione, ha richiamato un passaggio di FedericoRampini secondo il quale “una buona idea vale più di una fabbrica”.

Citandoal proposito l’ascesa di Apple, valutata attualmente alla borsa di New York 700 miliardi di dollari, più di qualsiasi altra azienda, DiGiusto ha aggiunto che essa è un concentrato di idee e brevetti, «miauguro – è stato l’inciso – che oggi ci siano sedici idee in gradodi creare altrettante Apple».

GiuseppeBono, presidente di Confindustria Friuli Venezia Giulia, ha commentato con un messaggio l’iniziativa parlando di «positivocontributo all’innovazione in un momento così difficile perl’economia. Il lavoro di squadra è fondamentale – ha detto ancora –e mia auguro che questa possa essere la prima di una lunga e fruttuosaserie».

Dal vice presidente della Regione Sergio Bolzonello, una fortesottolineatura alla validità di queste iniziative «poiché – haspiegato – abbiamo bisogno di credere, immaginare scenari, di guardareoltre l’attualità. Sappiamo che tra quindici anni il mondo sarà diversoe sappiamo anche che una delle maggiori problematicità che riscontriamooggi è quella di non riuscire a pensare a fare nuova impresa secondomodalità non parallele alle tracce consolidate. Un principio in qualchemodo mutuato dalla Regione, impegnata nella scrittura della nuova riformasul manifatturiero». Per Bolzonello il settore pubblico deve avere ilcoraggio di seguire nuove strade, di puntare su nuovi schemi e visioni.Ripercorrendo la storia industriale della Destra Tagliamento, Bolzonello hadetto che «questo territorio è la prova vivente che c’è la necessitàdi “filiare”, di creare startup che derivino dal mondo imprenditoriale e nonsolo da quello universitario». Il vice presidente della Regione,soffermandosi sulla prossima programmazione comunitaria, ha annunciato«una misura interessante sulle startup con sei milioni di euro, sei lineedi bando per essere più incisivi garantendo una miglior razionalizzazionedei processi».



Prima edizione di ³Startup FVG² Premiazioni start up 1Marco Camuccio, presidente del GGI di Pordenone, ha detto che “Startup FVG” «vuol dire nuova imprenditoria, è uno sforzo per ora ben riuscito per farcomprendere che questa regione è terreno fertile per fare impresa nuova estimolare al contempo quella che già c’è. Abbiamo deciso di fondere idue eventi che prima avvenivano a Pordenone e Udine e l’esperienza staandando bene visto che oggi ci sono sì 16 finaliste ma sono arrivate 87proposte. Partiamo da Pordenone – ha aggiunto Camuccio – per dareimpulso positivo a un territorio colpito in maniera pesante dalla crisi,pensiamo a legno, edilizia e metalmeccanica. Il futuro sarà itinerante».Massimiliano Zamò, omologo a Udine, ha sottolineato la valenza del bando“Startup FVG” come anche «la capacità di fare sistema nel sistemaConfindustria Giovani FVG, segnale di assoluta maturità e antesignano inqualche modo dell’auspicato, maggior compattamento interno». Parlandodelle imprese selezionate, Zamò ha posto l’accento sugli aspetticreativi, «la creatività – ha detto – va però coltivata affinchépossa crescere e dare riscontri sul e al territorio. Noi abbiamo laresponsabilità affinché questa creatività non resti imbrigliata, semmaipossa crescere e offrire un contributo allo sviluppo del nostro Paese».



Tanti gli spunti dalla tavola rotonda conDario Di Vico svoltasi durante la premiazione della prima edizione di“Startup FVG”. 

Marco Gay, presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria ha sottolineatola necessità di individuare investimenti strutturali per le «aziende chepotrebbero essere i campioni nazionali del domani», individuando nellestart-up questo specifico ruolo. «È fondamentale garantire alle impresedenaro per crescere ma anche spazi per progredire, altrimenti sicalcificherà la tendenza per cui una volta nata da un incubatore o da ungruppo di ricercatori, per potersi sviluppare, la startup dovrà andare acercarsi i finanziamenti all’estero. E quando, per svilupparsi, si èobbligati a girare il mondo, significa aver già perso l’azienda. Lestartup – ha detto ancora Gay - dovrebbero nascere con una fortepropensione non tanto a fare fund raising, quanto a diventare industria. Sela ricerca è la monetizzazione dell’idea, dell’impresa resterà benpoco, anzi nulla». Il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustriaha detto anche che la nascita di nuove imprese che restano radicate sulterritorio è antidoto alla fuga di cervelli.

Giuseppe Graffi Brunoro, presidente Federazione regionale delle banche di credito cooperativo ha parlato di«idee, qui oggi, che possono diventare imprese, industrie, sul nostroterritorio e nei confronti delle quali il sistema delle BCC è strumentoideale per il finanziamento che è cosa differenterispetto all’investimento. Spesso gli imprenditori pensano all’istitutodi credito differentemente rispetto a ciò che le banche possono, perfortuna, fare. Il ragionamento di Gay è apprezzabile sul concettodifferente tra fare impresa o affari. Soprattutto, dopo tanti anni dimoria, c’è bisogno di uno sguardo che vada oltre il breve termine, lanostra tipologia di sostegno va proprio in questa direzione anche perchénon abbiamo l’esigenza di remunerare i nostri azionisti. Valutare lacomplessità di business nuovi e l’imprenditore nella sua capacità divalutare cose che non esistono – ha aggiunto Graffi Brunoro - non è facile per nessuno.La banca deve arrivare quando l’imprenditore ha messo a disposizione delvalutare gli elementi necessari, quando il business plan è maturo».



Per Guido Nassimbeni, presidente di Friuli Innovazione, «in ambitofarmaceutico lo sviluppo autonomo non è praticabile, però se l’exitfosse domestico allora sarebbe il mercato interno a poter godere diquest’uscita. Il nostro sistema industriale dovrebbe meglio ibridarsi colsistema dei Park Science e degli Incubatori, se ciò avvenisse la strategiadi uscita sarebbe accettabile».

Del ruolo del CRO di Aviano ha parlato Piero Cappelletti, direttore generaledell’Istituto: «la nostra missione è la medicina traslazionale,trasportare cioè i contenuti di conoscenza nell’industria. Produciamouna conoscenza che può diventare un elemento di innovazione e cerchiamo inquesto senso un rapporto diretto con l’industria attraverso un interessediretto dell’Istituto – Cro meets Industry in programma proprio ilprossimo 11 dicembre ad Aviano – e, inoltre, con rapporti specifici conla realtà locale. Abbiamo prodotto una serie di brevetti e tre spin-offnonostante le grandi difficoltà che abbiamo, anzitutto legislativa.Rientriamo nella sanità – ha aggiunto Cappelletti - e siamo governati daquelle leggi, non da norme universitarie. Siamo soggetti alle grandi normepubbliche – non possiamo essere minoranza in una società, non possiamoavere perdite a bilancio e dobbiamo rispettare il codice degli appalti.C’è in corso al ministero un riesame della questione perché o sisuperano questi gap o è tutto molto difficile. Nonostante questo, qualcosasiamo riusciti a fare».



Infine, Roberto Della Marina, vice presidente Area Science Park, ha detto che «ècambiato scenario e modello di business dei Parchi che sono una palestra incui si accelerano tutti i processi, anche di nascita crescita e morte delleimprese. Se una volta il Parco era un’aggregazione tematica di impreseaffini ora è una aggregazione distakeholder, di persone che nella catena del valore potranno avere uninteresse nello sviluppo dell’idea».

I vincitori della prima edizione di “Startup FVG” sono i seguenti. Primo premio a CYTOFIND DIAGNOSTIC, azienda friulana specializzata nelle tecnologie biotecnologiche per il miglioramento o della diagnostica e della terapia del cancro. Al secondo posto, e primo della sezione ICT – WEB, con un servizio di video interpretariato professionale da remoto in lingue verbali e dei segni, disponibile via web e mobile app su qualunque  computer e dispositivo mobile, la veneta VEASYT LIVE! Terza, sulle sedici che hanno concorso alla fase finale, e prima nel segmento industria, la friulana FINGERSAFE.

ECONOMIA NEWS

Nautica verso la conclusione progetto per cluster Montenegro guidato da mareFvg

A Podgorica consegna dei documenti per l’avvio della nuova iniziativa

Montenegro porto nave crocieraIl distretto tecnologico mareFVG e l'azienda speciale Aries della Camera di commercio Venezia Giulia consegneranno il 21 luglio a Podgorica i documenti per la creazione di un cluster marittimo in Montenegro, in occasione di un incontro ufficiale con la Camera dell'Economia del paese balcanico.

Leggi tutto...

Fincantieri sigla accordo con Mapei per sviluppare prodotti innovativi per le navi

Ricerca soluzioni per superfici, pulizia, isolamento termico ed acustico. Bono: «vogliamo accrescere il valore aggiunto del nostro prodotto»

squinzi bonoFincantieri e Mapei hanno firmato un accordo di collaborazione strategica in materia di ricerca e innovazione. Attraverso l’alleanza con il gruppo chimico, Fincantieri si pone gli obiettivi di ottimizzare i tempi di posa, ridurre i pesi di alcuni dei materiali impiegati, di migliorare l'abbattimento acustico, di sviluppare e ampliare l'utilizzo di prodotti adesivi in alcune applicazioni della costruzione navale.

Leggi tutto...

Sirmax cresce sul mercato indiano tramite l’alleanza con Autotech Polimers India

L’azienda padovana, quinto produttore europeo di PP compound per auto, elettrodomestico, elettronica, power tools acqusice il 50% del gruppo indiano con stabilimenti a Mumbai e New Delhi

MASSIMO PAVIN ACHAL THAKKARSirmax SpA, quinto produttore in Europa di polipropilene compound e di engineering plastic compound (tecnopolimeri) per i settori automotive, elettrodomestico, elettronica, power tools e per tutti i settori di impiego (casa, arredamento, costruzioni), e Autotech Polymers India Private Limited, pioniere dell’industria indiana di materie plastiche con stabilimenti a Valsad (Mumbai) e Palwal (New Delhi), hanno firmato un importante accordo per la costituzione dell’alleanza Autotech-Sirmax India mirata a proseguire in Asia la strategia di crescita globale e presenza diretta e multi paesi del gruppo padovano, valorizzando le grandi opportunità dell’India e la crescente domanda di materie plastiche nei settori automotive ed applicazioni in sensibile spinta.

Leggi tutto...

Presentato il bilancio sociale di Trentino Sviluppo, il “braccio” economico della provincia di Trento

Le operazioni industriali concluse da Trentino Sviluppo nel 2016 fanno crescere il Pil provinciale di 13,8 milioni di euro e creano 269 nuovi posti di lavoro. Patrimonio a 1.09 miliardi di euro

trentino sviluppo sede rovereto 2Quali sono le ricadute sul territorio provinciale delle attività di Trentino Sviluppo, il “braccio” economico della provincia di Trento? Lo spiega il bilancio sociale redatto per la prima volta dalla società pubblica di sistema con la supervisione dell’Istituto di ricerche economico sociali (IRES) di Torino, presentato dal vicepresidente della Provincia ed assessore all’economia, Alessandro Olivi, e dal presidente della società, Flavio Tosi.

Leggi tutto...

Ist di Modena celebra i 30 anni di attività

Debbia: «la nostra missione tecnologia al servizio dell’ecologia»

Ist gruppoIst (Italia sistemi tecnologici), azienda modenese che si occupa della produzione di macchine e impianti per il recupero di solventi, ha compiuto trent’anni di attività, celebrato alla presenza di dipendenti, clienti e fornitori provenienti da ogni parte del mondo. In questi decenni l’azienda è costantemente cresciuta, garantendo al mercato soluzioni d’avanguardia.

Leggi tutto...

Vola l’export dei vini bio italiani 192 milioni le vendite sui mercati internazionali (+40% rispetto al 2015)


I dati dalla ricerca ICE-Agenzia curata da Wine Monitor Nomisma 

vino bio vigna bottiglieIl vino biologico in Italia è una storia di successo e la ricerca effettuata da Wine Monitor Nomisma ne delinea i contenuti: 1 italiano su 4 nel 2016 ha avuto almeno un’occasione di consumo - a casa o fuori casa - di vino biologico e la percentuale è in continua crescita (nel 2015 era pari al 21% e, solo nel 2013, il 2%). A crescere non è solo la quota di consumatori: nel 2016 le vendite di vino biologico hanno raggiunto complessivamente 275 milioni di euro, registrando un +34% rispetto al 2015.

Leggi tutto...

Kerakoll acquista azienda inglese Tilemaster Adhesive

Obiettivo del gruppo del distretto ceramico di Sassuolo è di consolidarsi nel mercato britannico in forte crescita 

Kerakoll logoIl Gruppo Kerakoll, azienda del distretto ceramico di Sassuolo che produce materiali da costruzione, ha acquistato il 100% della Tilemaster Adhesive Ltd, azienda leader nel Regno Unito nella produzione e commercializzazione di sistemi di posa ceramica e pietre naturali.

Leggi tutto...

Monitor dei Distretti del NordEst: decisa ripresa delle esportazioni nel primo trimestre 2017

Secondo l’indagine di Intesa Sanpaolo “tirano” il settore metalmeccanico, la filiera del sistema casa e l’agroalimentare. Bene Veneto e Friuli Venezia Giulia, al rallentatore il Trentino Alto Adige

distretti industriali grafica fabbrica tricoloreNel primo trimestre del 2017 i distretti del NordEst hanno segnato una decisa ripresa delle esportazioni, con un aumento tendenziale del +4,7%, pari a +313,6 milioni di euro, poco sotto la crescita distrettuale osservata a livello nazionale (+6,4% la variazione media distrettuale nazionale).

Leggi tutto...

Pietro Ferrari nuovo presidente di Confindustria Emilia-Romagna

Passaggio del testimone dall’uscente Marchesini al titolare dell’azienda familiare di realizzazione di impianti per i settori civile, industriale, servizi

Pietro Ferrari nuovo presidente confindustria Emilia Romanga fino 2021«Ho un'esperienza da vicepresidente regionale durata sei anni: abbiamo sempre creduto nella regione, abbiamo visto come si fa impresa, abbiamo superato il momento del terremoto, in cui abbiamo cercato di capire cos'è il valore dell'impresa». Sono le prime parole di Pietro Ferrari, modenese, presidente e amministratore delegato di “Ing. Ferrari”, azienda specializzata nella realizzazione di impianti per i settori civile, industriale, servizi, e nuovo presidente di Confindustria Emilia-Romagna.

Leggi tutto...

Domenica 16 luglio scocca il “Tax Free Day” per le imprese di Trento

Secondo Cna Trentino il “Total Tax Rate” sulle aziende è al 54,1% del reddito d’impresa. Benoni: «tasse eccessive» 

TAX tre ominiDomenica 16 luglio ricorre il “Tax Free Day” di Trento, primo comune in Italia a raggiungere questo traguardo nella graduatoria di 135 città considerate dall’Osservatorio della tassazione sulla piccola impresa della CNA.

Leggi tutto...

Banche: crolla la liquidità alle imprese. Quelle venete le più colpite

Negli ultimi tre anni, complice la crisi delle banche, la contrazione degli impieghi alle imprese è stata di 62 miliardi di euro

crisi liquidità euro soldi biglietti 50 forbiceIn questi ultimi 3 anni di grave crisi del sistema creditizio italiano (aprile 2017 sullo stesso mese del 2014), com’era prevedibile la contrazione degli impieghi bancari alle imprese italiane ha continuato ad aumentare: -62,4 miliardi di euro.

Leggi tutto...

Alessandro Conte confermato presidente Cna Veneto

Secondo mandato per l’artigiano trevigiano

alessandro conte presidente cna venetoAlessandro Conte, 62enne trevigiano, imprenditore del settore impianti, guiderà la Cna del Veneto per altri quattro anni. Lo ha eletto il Consiglio regionale dell'Associazione, riunitosi alla presenza di Paola Sansoni, vicepresidente nazionale di Cna, a conclusione di un lungo percorso di rinnovamento dei propri vertici in tutta la regione.

Leggi tutto...

La filiera legno-mobile del Trentino fattura di 340 milioni di euro

Incontro a Cavalese nel cuore della Mangifica Comunità di Fiemme del presidente di FederLegnoArredo Orsini con gli imprenditori locali

assi legno segheria falegnameriaIn Trentino la filiera legno-mobile realizza complessivamente un fatturato di circa 340 milioni di euro prodotto da 883 aziende e 3.589 addetti. Il dato è emerso nel corso di un incontro a Cavalese, nel cuore della Magnifica Comunità di Fiemme (una delle più antiche regole proprietarie di uno dei maggiori patrimoni boschivi del Trentino) del presidente di FederlegnoArredo, Emanuele Orsini, con gli imprenditori trentini del settore.

Leggi tutto...

Prezzi: secondo l’Unione Consumatori Bolzano con Venezia tra le città più care d'Italia

La Toscana è la Regione più costosa, seguita dal Trentino Alto Adige 
 

 

euro soldi biglietti banca moneteL'Istat conferma i dati preliminari dell'inflazione di giugno ed il rallentamento dei prezzi a +1,2%, da +1,4% di maggio. Sui dati relativi all'inflazione dei capoluoghi di regione e delle regioni, l'Unione Nazionale Consumatori ha stilato la classifica delle città più care d'Italia e delle regioni più costose, in termini di aumento del costo della vita. 

Leggi tutto...

Mercato immobiliare: nel 2017 crescita più contenuta per le compravendite e prezzi stabili

Secondo l’indagine Nomisma sul mercato immobiliare non si registra ancora la fase espansiva del settore

Legacoopbund bolzano consegna nuovi alloggi Togenburg 2 casa condominioNomisma ha presentato i risultati dell’indagine condotta dall’Osservatorio sul mercato immobiliare luglio 2017 da cui si evince come «l’entità delle manifestazioni di interesse all’acquisto registrata nell’ultimo triennio, pur favorendo l’attivazione di meccanismi competitivi, non risulta ad oggi sufficiente a determinare l’avvio di una nuova fase espansiva sul versante dei valori».

Leggi tutto...

Dai “falsi” danno di 9,9 miliardi di euro ogni anno alle imprese italiane della moda

A Milano il convegno “La filiera della legalità” organizzato da Confartigianato

il falso nella modaLa moda italiana è la più bella del mondo ma anche la più “copiata”: un primato negativo, quello della contraffazione, che colpisce le imprese del settore sottraendo loro 9,9 miliardi l’anno in termini di mancate vendite. I danni della contraffazione si riflettono anche sull’occupazione, impedendo alle imprese di creare 88.500 posti di lavoro.

Leggi tutto...

Biovalene avvia la fase 2 nella produzione di biogas

Con la mappatura genomica e l’addestramento dei ceppi batterici attivi nelle biomasse si selezioneranno i ceppi più performanti per abbattere drasticamente i costi di produzione

biovalene batteri cellulePartire da un’accurata mappatura dei ceppi batterici presenti in 50 centrali a biomasse, per selezionarne i più performanti e addestrarli a disgregare la lignina, ovvero il grande problema irrisolto delle centrali di produzione di Biogas.
Una soluzione, quella che Biovalene di Pordenone sta definendo, che porterebbe una ventata d’innovazione nel mondo delle centrali a biogas, permettendo un drastico abbassamento dei costi di produzione e un contemporaneo innalzamento dei livelli qualitativi per questo comparto delle energie sostenibili.

Leggi tutto...

Distretti Emilia Romagna: crescita dell’export al +6,1% nel primo trimestre 2017

Indagine di Monitor Intesa Sanpaolo che evidenzia la positività di 15 distretti su 19

export grafica container gruProsegue la crescita (+6,1%) dell'export dei distretti dell'Emilia-Romagna nel primo trimestre del 2017, in linea con quello del totale dei distretti italiani (+6,4%), ma inferiore a quello del sistema manifatturiero regionale (+9,2%). E' quanto emerge dal Monitor dei distretti industriali in regione curato dalla direzione Studi e ricerche di Intesa Sanpaolo. 

Leggi tutto...

Federlegnoarredo, crescono le abitazioni in legno

Sono il 7% dei nuovi permessi, in testa Lombardia e Veneto. Settore in sviluppo per le caratteristiche di sostenibilità e sicurezza degli edifici realizzati con i pannelli lamellari

edificio pluripiano condominio realizzato legno xlamIl mercato delle case in legno è una realtà florida e in controtendenza rispetto alla contrazione di quello tradizionale, grazie anche all’evoluzione tecnologica degli ultimi anni che ha contraddistinto il settore con l’introduzione dei pannelli lamellari ad assi incrociate “X-Lam” che conferiscono robustezza, leggerezza e carattersitiche antisismiche e antincendio agli edifici così realizzati, anche di grandi dimensioni.

Leggi tutto...

In Trentino stagione invernale da record

L’Ispat diffonde i dati turistici: arrivi +3%, pernottamenti a quota 6,7 milioni, miglior risultato di sempre 

Trentino Spa inverno sciatore panoramaIl numero di turisti che hanno soggiornato in Trentino nella stagione invernale 2016-2017 è in ulteriore crescita, consolidando l’andamento positivo dell'ultimo triennio. Lo evidenzia l'Istituto di statistica della Provincia di Trento (Ispat), precisando che l'incremento degli arrivi rispetto alla precedente stagione invernale è pari a 3,1%, mentre le presenze crescono dello 0,9% portando così il numero dei pernottamenti a sfiorare i 6,7 milioni, il miglior risultato di sempre.

Leggi tutto...

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.