neq-header.jpg
Stampa
18
Mag

Veneto, industria con il vento in poppa nel primo trimestre 2017

La crescita del 4% indice gli imprenditori all’ottimismo. In crescita il mercato interno, ripartono anche le vendite all’estero (+5,2%). Fedalto: «effetto positivo degli incentivi del Governo con il programma Industria 4.0» 

grafico indice crescita economiaNel primo trimestre 2017, sulla base dell’indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato un incremento del +4% (era +2,6% nel trimestre precedente) ed anche la variazione congiunturale destagionalizzata ha confermato una crescita del +3,3% (era +1,1% nel trimestre precedente). L’analisi congiunturale sull’industria manifatturiera di Unioncamere Veneto è stata effettuata su un campione di 1.697 imprese con almeno 5 addetti.

«Il quadro che emerge dall’analisi congiunturale del settore manifatturiero nel primo trimestre 2017 è incoraggiante e le aspettative degli imprenditori tendono a guardare in senso positivo anche per il prossimo trimestre – la lettura di Giuseppe Fedalto, presidente di Unioncamere Veneto –. Sono risultati che sembrano essere in sintonia da un lato con l’accelerazione della crescita globale, opportunità che il Veneto sembra aver colto più rapidamente del resto del Paese, e dall'altro con i primi segnali di ripresa degli investimenti che emergono dai dati di contabilità nazionale. Il balzo in avanti degli ordini interni sembra confermare l'effetto positivo degli incentivi messi in campo dal Governo con il programma Industria 4.0, con risultati brillanti soprattutto per i settori dei beni strumentali, in particolare macchinari di nuova generazione, in grado di dialogare per via digitale a monte e a valle del processo produttivo». 

Produzione 

Sotto il profilo dimensionale l’indicatore ha mostrato la performance migliore nelle imprese di medio-grandi dimensioni con un aumento del +4,1%; seguono le piccole imprese e le micro imprese con crescite del +3,9% e +3,2%. La crescita più marcata riguarda i beni intermedi (+4,5%), seguiti dai beni di investimento (+4,4%) e di consumo (+3,1%). A livello settoriale la tendenza è positiva per tutti, in particolare spiccano i comparti delle macchine ed apparecchi meccanici (+6,4%), mezzi di trasporto (+5,7%), metalli e prodotti in metallo (+5,4%) e gomma e plastica (+4,9%). Nel primo trimestre 2017 è aumentata anche la quota di imprese che registrano incrementi dei livelli produttivi (49% contro il 47% del trimestre precedente) e si è ridotta al 28% (dal 29%) la quota di quelle che dichiarazioni variazioni negative della produzione. Il tasso di utilizzo degli impianti è risultato stabile attestandosi a 74,4% per le imprese con almeno 10 addetti. I valori massimi riguardano i settori metalli e prodotti in metalli (77,1%), mentre le variazioni minime si registrano nei comparti legno e mobile (64%) e marmo, vetro, ceramica (67,9%). Il livello di giacenze dei prodotti finiti è ritenuto adeguato dal 50% delle imprese industriali, mentre per il 9% le giacenze sono in esubero e il 35% non tiene giacenze. 

Fatturato 

Il fatturato totale ha evidenziato una dinamica positiva del +5,3% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, in aumento rispetto alle variazioni del terzo trimestre (era +2,1%). La performance migliore ha riguardato le medio-grandi imprese (+5,9%) seguite dalle piccole (+4,5%) e micro (+3,3%). Spiccano le dinamiche positive delle macchine ed apparecchi meccanici (+9%), dei mezzi di trasporto (+5,9%), delle gomma e plastica (+5,8%) e dei metalli e prodotti in metallo (+5,7%). La dinamica positiva del fatturato è ascrivibile sia all’andamento positivo del mercato interno, che continua a registrate valori in crescita (+5,3% dopo il +2,6% precedente), sia alla ripresa delle vendite all’estero con un +5,2% in netta ripresa rispetto alla dinamica del +1,3% del trimestre precedente. Sul mercato interno le medio-grandi imprese registrano un andamento positivo del +6%. Sotto il profilo settoriale spiccano mezzi di trasporto (+9,7%), macchine ed apparecchi meccanici (+7,2%), metalli e prodotti in metallo (+6%), gomma e plastica (5,7%). Per quanto riguarda le vendite all’estero, il traino è arrivato dalle medio-grandi imprese (+5,9%), seguite dalle piccole (+3,7%) mentre le micro registrano un andamento negativo (-0,4%). A livello settoriale bene macchine ed apparecchi meccanici (+10,5%), gomma e plastica (+6%), metalli e prodotti in metallo (+5,1%), negativo invece il comparto di legno e mobile (-1,2%). 

Ordinativi 

Performance positiva (+4,4%) per gli ordinativi, in aumento rispetto a quella precedente (+2,7%). 

A livello dimensionale sono risultate migliori le medio-grandi imprese (+4,8%), seguite dalle piccole (+4,1%) e micro (+3,6%). Fra i settori brillano le variazioni dei comparti metalli e prodotti in metallo (+7,3%), macchine ed apparecchi meccanici (+6,3%) e gomma e plastica (+6%). Ancora in crescita l’andamento degli ordinativi dal mercato interno con un +4% (era +2% nel trimestre precedente) con variazioni positive messe a segno soprattutto dai mezzi di trasporto (+9,2%), dalle macchine elettriche ed elettroniche (+7,2%) e dai metalli e prodotti in metallo (+6,5%). Più pronunciato l’aumento degli ordinativi esteri (+5,2%) rispetto al +3,8% dello scorso trimestre, trainato dalle medio-grandi imprese (+6,1%). Le performance migliori si registrano nei comparti metalli e prodotti in metallo (+8,7%), macchine ed apparecchi meccanici (+6,6%) e gomma e plastica (+6,4%). 

Previsioni 

Migliorano le aspettative degli imprenditori per i prossimi tre mesi. Anche per gli ordini esteri il saldo si attesta a +18,1 punti percentuali contro il +6,5 p.p. precedente. Rispetto alla rilevazione precedente, tornano positivi tutti gli altri indicatori: ordini interni +9,2 p.p. (era -8,7 p.p.); fatturato +14,2 p.p. (era -4,7 p.p.); produzione +12,5 p.p. (era -4,4 p.p).

ECONOMIA NEWS

Per il gruppo Ima nel 2017 ricavi a 1.444,7 milioni di euro e margini in crescita (+10,2%)

L’Ebitda del leader mondiale nella produzione di macchine automatiche sale a 207,3 milioni e portafoglio ordini in crescita del 13%

alberto vacchi confindustria emilia 2Il Gruppo Ima ha riportato nel 2017 ricavi consolidati preliminari pari a 1.444,7 milioni, evidenziando una crescita del 10,2% sui 1.310,8 milioni al 31 dicembre 2016. In sensibile crescita il margine operativo lordo (Ebitda) ante oneri non ricorrenti salito a 220,6 milioni (+19,2% rispetto ai 185,1 milioni al 31 dicembre 2016), il margine operativo lordo (Ebitda) salito a 207,3 milioni (+15,7% rispetto ai 179,2 milioni al 31 dicembre 2016) e il portafoglio ordini consolidato che ha raggiunto gli 866,8 milioni (+13,1% rispetto ai 766,2 milioni al 31 dicembre 2016).

Leggi tutto...

Export: bene i distretti del NordEst (+3,4%) nei primi tre trimestri 2017

Aumento trainato dalla produzione di elettrodomestici nel Trevigiano e del mobile nel Pordenonese. Crescita frenata in Trentino Alto Adige con il crollo del legno arredamento

export aereo camion mulettoSecondo il Monitor sui distretti della Direzione studi e ricerche di Intesa San Paolo, aggiornato al terzo trimestre del 2017, nei primi nove mesi del 2017, i 36 distretti industriali del NordEst hanno aumentato l'export di 688 milioni (+3,4% sul 2016).

Leggi tutto...

B. Braun Avitum Italy investe sul territorio con una nuova linea produttiva e un laboratorio di ricerca

L’azienda di Mirandola presenta un progetto per lo sviluppo di cateteri e contenitori speciali per farmaci e un laboratorio usability nel nuovo stabilimento grazie al support finanziario della regione Emilia Romagna

B. Braun da sx Meletti Balboni VacchiGavioli Benatti Costi BenattiNon si arresta la crescita di B.Braun Avitum Italy, realtà leader nella progettazione, produzione e vendita di sistemi terapeutici dedicati alla dialisi e alla nutrizione enterale e parenterale, parte del gruppo tedesco B.Braun, colosso mondiale del biomedicale presente in 62 Paesi in tutto il mondo.

Leggi tutto...

Dalla trentina CBA, nasce “CollegaMenti”, soluzione per migliorare la vita degli anziani ospitati in struttura

L’azienda di Rovereto, leader italiano nel campo dell’informatica socio sanitaria, sperimenta una metodica innovativa per creare una sorta di esoscheletro della memoria, utile per aiutare gli anziani a mantenere quelle relazioni sociali fondamentali per ridurre l’isolamento psicocognitivo

AlzheimerCon la tendenza generale all’invecchiamento della popolazione, crescono anche le patologie legate all’età tra cui le demenze senili, in primo luogo l’Alzheimer, patologie che fino ad oggi non sono curabili e che hanno un’evoluzione che peggiora con il tempo.

Leggi tutto...

Toyota Material Handling: il metodo “kai-zen” migliora decisamente la produzione

Stabilimento ex Cesab alla periferia di Bologna attrezzato “alla giapponese” fa crescere da 3.600 carrelli all'anno del 2001 agli attuali 16.300 con il raddoppio della manodopera

montacarichi muletti toyota material handlingIn tutto lo stabilimento ex Cesab, alla periferia di Bologna che produce carrelli elevatori o “muletti” ora rilevato dalla Toyota Material Handling, i muri sono zeppi di fogli, ogni foglio contiene un aspetto produttivo che può essere migliorato. Ogni problema è preso in carico dai capi-reparto e tutte le mattine i responsabili di ogni settore si incontrano e per 50 minuti al massimo discutono del funzionamento e del miglioramento della produzione.

Leggi tutto...

Cresce del 2,7% la produzione di speck Alto Adige Igp

Nel 2017 i consumatori hanno apprezzato il gustoso salume altoatesino

SPECK ALTO ADIGE IGPRispetto al 2016, nel 2017 la produzione di Speck Alto Adige Igp è cresciuta del 2,7%. I consumatori mostrano di apprezzarne molto sia il particolare aroma di affumicato che la versatilità in cucina. E' quanto è emerso all'annuale assemblea dei soci del Consorzio Tutela Speck Alto Adige, dove si è guardato in retrospettiva all'anno concluso e dove si sono poste le basi per il lavoro futuro.

Leggi tutto...

Voucher digitalizzazione, flop dell’iniziativa governativa con insoddisfazione degli Artigiani

Veller (ICT): «le imprese hanno fame di digitalizzazione! Ma le “mancette” rischiano di essere controproducenti»   

bonus digitalizzazione pmi«92.000 richieste giunte da tutta Italia a valere su 100 milioni di dotazione, risultato? 1.000 euro ad impresa rispetto ai 10.000 previsti. Il voucher digitalizzazione dedicato alle piccole imprese ha dimostrato, se ce n’era bisogno, che le piccole imprese hanno una gran voglia di investire in digitalizzazione, ma hanno bisogno di incentivi reali e non specchietti per le allodole» afferma Cristian Veller, presidente regionale veneto di Confartigianato per l’ICT di fronte ai dati del successo dell’adesione pubblicati dal Mise.

Leggi tutto...

Dall’auto il fisco nel 2017 ha prelevato 73 miliardi di euro

Secondo la Cgia di Mestre cresce il prelievo fiscale che grava su tutta la filiera della mobilità privata, nonostante la pesante crisi del settore

automobili autoparco parata mercedesAmmonta a 73 miliardi di euro il carico fiscale che “incombe” sui 42,8 milioni di  autoveicoli presenti in Italia. Una cifra da far tremare le vene ai polsi che, secondo la Cgia di Mestre, relega gli automobilisti tra le categorie di contribuenti più tartassate d’Italia. Solo per dare un’idea della dimensione del prelievo, il gettito derivante dalle imposte che gravano su tutti gli immobili presenti nel Paese ammonta a poco più di 40 miliardi di euro.

Leggi tutto...

Assise generali di Verona: Confindustria propone alla politica un piano Paese da 250 miliardi

Boccia: «non sono sogni, diciamo cosa fare e con quali risorse»

confindustria assise generali verona vincenzo bocciaSi sono concluse a Verona le Assise generali di Confindustria che hanno visto convergere sulla città scaligera da tutt’Italia oltre 7.000 imprenditori chiamati a discutere il futuro e il rilancio del sistema Italia, con un forte appello alla politica.

Leggi tutto...

Imprese: fallimenti in calo dell’11% e scendono ai livelli del 2005

Ma secondo il Cerved crescono del 46% le procedure di amministrazione controllata. Nel NordEst la situazione migliore che nel resto d’Italia

fallimento fascicoli tribunaleSecondo il Cerved (il centro analisi delle Camere di commercio) i fallimenti e le chiusure d'impresa in Italia sono scese nel 2017 ai livelli del 2005, con 93.000 procedure di fallimento o di uscita volontaria dal mercato avviate, un dato inferiore del 5% rispetto al 2016, grazie soprattutto ai fallimenti, scesi dell'11,3%. In calo anche i concordati preventivi (-29%), a differenza delle procedure di amministrazione controllata, salite del 46%.

Leggi tutto...

La Trevigiana Fassa Bortolo attende da oltre 4 anni e mezzo il permesso per realizzare un nuovo stabilimento ad Agira (Enna)

Un pezzo carta della Soprintendenza di Enna blocca un investimento di 25 milioni di euro che porterebbe a circa 100 assunzioni. Fassa: «sono amareggiato per la burocrazia di questo Paese»

paolo fassaUn investimento da 25 milioni di euro e un indotto lavorativo, tra diretto ed indiretto, di circa 100 persone. Una grande opportunità economica e occupazionale per il territorio di Agira e l’intera regione siciliana, rischia di essere vanificata dalla burocrazia, una giungla di codici e norme che rendono in Italia irrealizzabile ogni opera nella specialissima Sicilia come in qualunque altra parte d'Italia.

Leggi tutto...

Emilia Romagna: riqualificando il 10% del patrimonio immobiliare esistente si svilupperebbe un indotto da 4 miliardi di euro

31.000 posti di lavoro e risparmi energetici per 88 milioni di euro l’anno sono le ricadute possibili di un’innovazione di sistema che coinvolge tutti gli operatori della filiera della riqualificazione edilizia, rilanciando il settore in pesante crisi

riqualificazione energetica edifici 2Riqualificando il 10% degli edifici costruiti in Emilia Romagna prima del 1980 (124 milioni di metri quadri in totale) si potrebbe creare un indotto da 3,9 miliardi di euro, occupando circa 31.000 persone e ottenendo risparmi energetici per circa 88,3 milioni di euro all’anno.

Leggi tutto...

Italia produttore leader mondo per gli spumanti grazie al traino del Prosecco

Secondo l’osservatorio Ovse, cresce consumo interno, stappati 180 milioni di bottiglie 

spumante stappatura bottiglia tappo gabbiettaMomento d'oro per le aziende spumantistiche italiane: la produzione italiana cresce ancora grazie al “Sistema Prosecco” e sfiora globalmente il tetto di 660 milioni di bottiglie; un record che pone l'Italia al primo posto nel mondo come paese produttore, scalzando la Germania che per 20 anni ha detenuto il primato.

Leggi tutto...

Porto di Trieste, nel 2018 previsti oltre 10.000 treni, circa 30 al giorno

D'Agostino: «sistema logistico con Opicina, Fernetti e Cervignano»

porto trieste trasbordo container ferrovia camionSalito da 4.900 treni movimentati del 2015 agli 8.681 del 2017, il porto di Trieste supererà i 10.000 treni nel 2018. La previsione di sviluppo è stata illustrata nel dettaglio dal presidente dello scalo triestino, Zeno D'Agostino, all'Accademia Udinese degli Sventati.

Leggi tutto...

Siglato a Roma l’accordo triennale tra Poste italiane e la Provincia di Trento

In cambio di 10 milioni, l’azienda erogherà più servizi sul territorio altrimenti destinati ad essere tagliati

Firma convenzione poste Amministratore delegato di Poste Italiane Matteo Del Fante e Ugo RossiConsegna giornaliera dei quotidiani, cassette dedicate per la posta internazionale, “locker” per la spedizione e il ritiro dei pacchi e-commerce, nuovi mezzi ecologici: queste alcune tra le novità previste dalla convenzione tra Poste Italiane e Provincia di Trento firmata a Roma dall’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, e dal presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi.

Leggi tutto...

CrediFriuli 6,2 milioni di utile nel 2017

Cresce la raccolta diretta ed indiretta della banca cooperativa

credifriuli logoLa Banca di credito cooperativo CrediFriuli chiude il bilancio 2017 con un utile superiore ai 6,2 milioni di euro. Il bilancio evidenzia la raccolta globale salita a quota 1.260 milioni, grazie all'incremento della raccolta diretta, che ha superato gli 822 milioni (+7,13%), e di quella indiretta (+7%).

Leggi tutto...

Fly: dal motore Airbus al vettore spaziale Ariane 5

Raddoppia lo stabilimento di Grigno in Trentino e viaggia spedita verso i 200 occupati

Fly prodotto carcassa motore turbogetto aereoOgni tanto succede: Davide batte Golia. E’ la storia di Fly, realtà industriale nata nel 2008 a Grigno, estrema periferia est della Valsugana trentina, a pochi chilometri dal Veneto, da una scommessa del gruppo veneto Forgital e della Provincia di Trento.

Leggi tutto...

Passa quota 1.000 il numero delle aziende italiane del legno sostenibili

+8% nel 2017 le certificazioni rilasciate dal Programma PEFC, +8%. Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia ai primi tre posti (rispettivamente con 236, 183 e 174 aziende certificate)

AltoAdigeMktg foresta montagnaIl 2017 in Italia si è chiuso con un grande risultato per la certificazione forestale: sono ben 77 (+8% rispetto al 2016) le nuove aziende in Italia che hanno scelto di certificare la propria attenzione all'ambiente con lo standard PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes).

Leggi tutto...

Piani Individuali di Risparmio (“PIR”): attenzione al “sottostante” per evitare brutte sorprese

Secondo Crif Ratings, le PMI godono dell’attenzione finanziaria del mercato da un lato, grazie ai PIR, e del legislatore dall’altra, ma rimangono rimane un settore ad alto rischio specie per i piccoli risparmiatori

euro soldi denaro biglietti arrotolati scalaI Piani individuali di risparmio (in sigla “PIR”) hanno riscosso in 12 mesi un successo superiore alle aspettative: circa 10 miliardi di Euro di raccolta nel 2017 cifra destinata ad aumentare fino a 12.5 miliardi nel 2018 secondo le previsioni dei principali gestori.

Leggi tutto...

In 135 “a caccia” di un’opportunità formativa ai “company boot camp” e “company academy”

Iniziativa di Unindustria Pordenone rivolta agli stuendeti delle classi IV e V degli istituti superiori tecnici tecnologici nell’ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro

unindustria pn alternanza scuola lavoroCentoquindici “posti” per centotrentacinque candidati a un’esperienza formativa in sette aziende storiche del Pordenonese: sono i numeri, importanti, della proposta che Unindustria Pordenone, con il presidente, Michelangelo Agrusti, ha presentato con MAW-Man At Work e le imprese partner Brovedani Group, Electrolux Italia, Electrolux Professional, Friul Intagli Industries, Licar International, Rosa Group e Savio Macchine Tessili.

Leggi tutto...

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.