neq-header.jpg
Stampa
13
Lug

Mercato immobiliare: nel 2017 crescita più contenuta per le compravendite e prezzi stabili

Secondo l’indagine Nomisma sul mercato immobiliare non si registra ancora la fase espansiva del settore

Legacoopbund bolzano consegna nuovi alloggi Togenburg 2 casa condominioNomisma ha presentato i risultati dell’indagine condotta dall’Osservatorio sul mercato immobiliare luglio 2017 da cui si evince come «l’entità delle manifestazioni di interesse all’acquisto registrata nell’ultimo triennio, pur favorendo l’attivazione di meccanismi competitivi, non risulta ad oggi sufficiente a determinare l’avvio di una nuova fase espansiva sul versante dei valori».

Gli eccessi del passato sono – per Nomisma – il principale ostacolo all’innesco di spinte inflattive; tra i fattori contenitivi, una domanda che tradisce “una diffusa debolezza reddituale”: quasi il 40% delle famiglie che intende chiedere un mutuo vanta un reddito familiare netto inferiore a 1.800 euro al mese. Ne viene, per Nomisma, «l’impossibilità di concretizzazione di una quota significativa del mercato potenziale».

Nomisma ricorda inoltre come i crediti deteriorati rappresentino un elemento di criticità nella tenuta complessiva del Paese; il processo di dismissione degli NPL non sarà privo di conseguenze rispetto alla percezione di ricchezza dei proprietari, in particolare se «l’urgenza imponesse svalutazioni via via più consistenti». L’arrivo sul mercato al dettaglio di un’ingente mole di cespiti rivenenti da contenzioso deprimerebbe le prospettive di risalita dei valori immobiliari. La ritrovata vigoria sul fronte transattivo rilevata anche nei primi mesi del 2017 «non pare sufficiente a conferire alla ripresa in atto quei connotati di robustezza necessari a scongiurare brusche battute d’arresto o improvvisi rovesci».

Alla risalita del mercato ha senz’altro concorso il ridimensionamento dei prezzi; i valori hanno segnato una flessione del 23,8% nel settore residenziale, del 25,8% nel comparto direzionale e del 21,4% in quello commerciale. Una situazione più articolata si presenta sul fronte corporate dove, alle difficoltà degli immobili secondari, fa riscontro l’ottima performance di quelli “prime”, resa possibile anche dalle cospicue disponibilità finanziarie degli investitori istituzionali stranieri. La movimentazione degli immobili secondari risulta tuttora del tutto insufficiente a garantire il pieno assorbimento dell’offerta di molti dei veicoli finanziari ormai prossimi a scadenza. A fronte di una fragilità della domanda sul fronte residenziale e dell’inadeguatezza di una quota consistente dell’offerta sul fronte corporate, Nomisma indica come «non debba stupire la prospettiva di sostanziale stagnazione dei prezzi che scaturisce ad esito di spinte contrapposte».

Nel dettaglio, il mercato immobiliare italiano nel 2016 ha visto il perfezionamento di poco più di 2,3 milioni di contratti di acquisto e locazione sottoscritti da famiglie e imprese. La famiglia è il soggetto economico che più ha contribuito ad alimentare il mercato: ad essa sono riconducibili 1,9 milioni contratti, con un’incidenza dell’82% sul totale.

Sul versante locativo, i contratti hanno riguardato 1,7 milioni di immobili, di cui il 79% ad uso abitativo; le abitazioni oggetto di contratto d’affitto nel 2016 sono state 1,3 milioni, con un’incidenza del 5,6% sullo stock potenzialmente locabile.

È Bologna la città che presenta la maggiore vivacità in termini di turnover dello stock abitativo in affitto, seguita da Firenze, Milano e Torino. All’opposto, si collocano Napoli e, poco sopra, Palermo e Genova. Roma si presenta allineata rispetto alla media degli 8 mercati maggiori (10%).

Sul fronte del mercato della proprietà, nel 2016 si è registrata un’impennata delle transazioni del 18,8%, che va così a rafforzare la crescita dei due anni precedenti (+5,9% nel 2015 e +3,5% nel 2014); nel 2016 le compravendite sono state 516.294 per le abitazioni (escluse le pertinenze) e 51.919 per gli immobili destinati alle attività terziarie, commerciali e produttive. Rispetto agli anni pre-crisi il segmento degli immobili d’impresa fatica maggiormente a rilanciarsi. Nei primi mesi del 2017 si riscontra un rallentamento della ripresa delle compravendite sia di abitazioni (variazione tendenziale annua +8,6%) che di immobili d’impresa (variazione tendenziale annua +13,4%), nonostante l’exploit del settore terziario (19,2%) soprattutto in corrispondenza degli 8 maggiori mercati monitorati dall’Agenzia delle Entrate (incremento medio 23,3%).

Se si osservano le performance delle sole compravendite residenziali, i mercati urbani più dinamici, a consuntivo del 2016 e del successivo primo trimestre dell’anno in corso, sono Genova e Milano, mentre Torino e Bologna vedono un rallentamento. Sul fronte commerciale si conferma la vivacità di Genova e Milano mentre Bologna manifesta una “lenta ripresa”.

A seguito di un’indagine condotta da Nomisma su un campione rappresentativo di famiglie italiane, si evidenzia un sostanziale congelamento delle intenzioni d’acquisto di abitazioni sugli stessi livelli dello scorso anno. L’Istituto bolognese stima per il 2017 un tasso di crescita delle compravendite più contenuto (+6,2%) rispetto al risultato a doppia cifra registrato nel 2016 (+18,4%).

Passando ai tempi medi di vendita, la contrazione in atto rappresenta un fenomeno iniziato debolmente nel 2014 per le abitazioni e nel 2015 per negozi e uffici, poi consolidatosi. Tra i mercati nei quali la velocità di assorbimento è migliorata in misura più marcata e trasversale – residenziale e non – si segnalano Bologna, Milano e Venezia. Passando ai tempi medi di locazione, il recupero dei livelli pre-crisi è un fatto spesso acquisito. La riduzione dello sconto praticato in fase di trattativa, a partire dal 2014, delinea per Nomisma “un quadro di maggiore favore per la ripresa in atto nel mercato immobiliare”, nonostante il divario dei valori tra inizio e fine trattativa si attesti ancora su livelli piuttosto elevati (in media superiori di 3,5-4,5 punti percentuali rispetto al periodo pre-crisi).

Nel 2017 - evidenzia Nomisma - è proseguita la tendenza alla correzione delle attese al momento dell’immissione sul mercato, mentre si è contestualmente ridotta la capacità della domanda di spuntare un prezzo più basso in fase negoziale. Nel segmento delle abitazioni nuove si registrano variazioni positive dei prezzi – seppur modeste – nelle zone di pregio e nei centri di Bologna, Firenze e Milano. Per le abitazioni usate i prodromi di una timida fase espansiva si sono registrati nelle zone di pregio di Milano e Napoli.

Per gli uffici l’unica inversione di segno si riscontra nei prezzi registrati in centro a Firenze, mentre per i negozi analoghe tendenze si segnalano in corrispondenza dei mercati centrali di Cagliari, Milano, Roma e Venezia Laguna. I canoni medi di locazione presentano un’evoluzione positiva in corrispondenza del residenziale di Milano e Roma (con variazioni nell’ultimo semestre pressoché nulle) e del commerciale di Torino.

Considerando infine l’indice di Performance Immobiliare dei maggiori mercati italiani, nella prima metà del 2017 l’indice medio ha continuato a recuperare posizioni, facendo segnare per le abitazioni valori ormai prossimi allo “zero”. Le differenze rispetto all’andamento medio, visibili tra i mercati monitorati, sono espressione dell’attuale fase di transizione ciclica che vede accentuarsi le differenze tra mercati e quelle interne ad essi.

ECONOMIA NEWS

Nautica verso la conclusione progetto per cluster Montenegro guidato da mareFvg

A Podgorica consegna dei documenti per l’avvio della nuova iniziativa

Montenegro porto nave crocieraIl distretto tecnologico mareFVG e l'azienda speciale Aries della Camera di commercio Venezia Giulia consegneranno il 21 luglio a Podgorica i documenti per la creazione di un cluster marittimo in Montenegro, in occasione di un incontro ufficiale con la Camera dell'Economia del paese balcanico.

Leggi tutto...

Fincantieri sigla accordo con Mapei per sviluppare prodotti innovativi per le navi

Ricerca soluzioni per superfici, pulizia, isolamento termico ed acustico. Bono: «vogliamo accrescere il valore aggiunto del nostro prodotto»

squinzi bonoFincantieri e Mapei hanno firmato un accordo di collaborazione strategica in materia di ricerca e innovazione. Attraverso l’alleanza con il gruppo chimico, Fincantieri si pone gli obiettivi di ottimizzare i tempi di posa, ridurre i pesi di alcuni dei materiali impiegati, di migliorare l'abbattimento acustico, di sviluppare e ampliare l'utilizzo di prodotti adesivi in alcune applicazioni della costruzione navale.

Leggi tutto...

Sirmax cresce sul mercato indiano tramite l’alleanza con Autotech Polimers India

L’azienda padovana, quinto produttore europeo di PP compound per auto, elettrodomestico, elettronica, power tools acqusice il 50% del gruppo indiano con stabilimenti a Mumbai e New Delhi

MASSIMO PAVIN ACHAL THAKKARSirmax SpA, quinto produttore in Europa di polipropilene compound e di engineering plastic compound (tecnopolimeri) per i settori automotive, elettrodomestico, elettronica, power tools e per tutti i settori di impiego (casa, arredamento, costruzioni), e Autotech Polymers India Private Limited, pioniere dell’industria indiana di materie plastiche con stabilimenti a Valsad (Mumbai) e Palwal (New Delhi), hanno firmato un importante accordo per la costituzione dell’alleanza Autotech-Sirmax India mirata a proseguire in Asia la strategia di crescita globale e presenza diretta e multi paesi del gruppo padovano, valorizzando le grandi opportunità dell’India e la crescente domanda di materie plastiche nei settori automotive ed applicazioni in sensibile spinta.

Leggi tutto...

Presentato il bilancio sociale di Trentino Sviluppo, il “braccio” economico della provincia di Trento

Le operazioni industriali concluse da Trentino Sviluppo nel 2016 fanno crescere il Pil provinciale di 13,8 milioni di euro e creano 269 nuovi posti di lavoro. Patrimonio a 1.09 miliardi di euro

trentino sviluppo sede rovereto 2Quali sono le ricadute sul territorio provinciale delle attività di Trentino Sviluppo, il “braccio” economico della provincia di Trento? Lo spiega il bilancio sociale redatto per la prima volta dalla società pubblica di sistema con la supervisione dell’Istituto di ricerche economico sociali (IRES) di Torino, presentato dal vicepresidente della Provincia ed assessore all’economia, Alessandro Olivi, e dal presidente della società, Flavio Tosi.

Leggi tutto...

Ist di Modena celebra i 30 anni di attività

Debbia: «la nostra missione tecnologia al servizio dell’ecologia»

Ist gruppoIst (Italia sistemi tecnologici), azienda modenese che si occupa della produzione di macchine e impianti per il recupero di solventi, ha compiuto trent’anni di attività, celebrato alla presenza di dipendenti, clienti e fornitori provenienti da ogni parte del mondo. In questi decenni l’azienda è costantemente cresciuta, garantendo al mercato soluzioni d’avanguardia.

Leggi tutto...

Vola l’export dei vini bio italiani 192 milioni le vendite sui mercati internazionali (+40% rispetto al 2015)


I dati dalla ricerca ICE-Agenzia curata da Wine Monitor Nomisma 

vino bio vigna bottiglieIl vino biologico in Italia è una storia di successo e la ricerca effettuata da Wine Monitor Nomisma ne delinea i contenuti: 1 italiano su 4 nel 2016 ha avuto almeno un’occasione di consumo - a casa o fuori casa - di vino biologico e la percentuale è in continua crescita (nel 2015 era pari al 21% e, solo nel 2013, il 2%). A crescere non è solo la quota di consumatori: nel 2016 le vendite di vino biologico hanno raggiunto complessivamente 275 milioni di euro, registrando un +34% rispetto al 2015.

Leggi tutto...

Kerakoll acquista azienda inglese Tilemaster Adhesive

Obiettivo del gruppo del distretto ceramico di Sassuolo è di consolidarsi nel mercato britannico in forte crescita 

Kerakoll logoIl Gruppo Kerakoll, azienda del distretto ceramico di Sassuolo che produce materiali da costruzione, ha acquistato il 100% della Tilemaster Adhesive Ltd, azienda leader nel Regno Unito nella produzione e commercializzazione di sistemi di posa ceramica e pietre naturali.

Leggi tutto...

Monitor dei Distretti del NordEst: decisa ripresa delle esportazioni nel primo trimestre 2017

Secondo l’indagine di Intesa Sanpaolo “tirano” il settore metalmeccanico, la filiera del sistema casa e l’agroalimentare. Bene Veneto e Friuli Venezia Giulia, al rallentatore il Trentino Alto Adige

distretti industriali grafica fabbrica tricoloreNel primo trimestre del 2017 i distretti del NordEst hanno segnato una decisa ripresa delle esportazioni, con un aumento tendenziale del +4,7%, pari a +313,6 milioni di euro, poco sotto la crescita distrettuale osservata a livello nazionale (+6,4% la variazione media distrettuale nazionale).

Leggi tutto...

Pietro Ferrari nuovo presidente di Confindustria Emilia-Romagna

Passaggio del testimone dall’uscente Marchesini al titolare dell’azienda familiare di realizzazione di impianti per i settori civile, industriale, servizi

Pietro Ferrari nuovo presidente confindustria Emilia Romanga fino 2021«Ho un'esperienza da vicepresidente regionale durata sei anni: abbiamo sempre creduto nella regione, abbiamo visto come si fa impresa, abbiamo superato il momento del terremoto, in cui abbiamo cercato di capire cos'è il valore dell'impresa». Sono le prime parole di Pietro Ferrari, modenese, presidente e amministratore delegato di “Ing. Ferrari”, azienda specializzata nella realizzazione di impianti per i settori civile, industriale, servizi, e nuovo presidente di Confindustria Emilia-Romagna.

Leggi tutto...

Domenica 16 luglio scocca il “Tax Free Day” per le imprese di Trento

Secondo Cna Trentino il “Total Tax Rate” sulle aziende è al 54,1% del reddito d’impresa. Benoni: «tasse eccessive» 

TAX tre ominiDomenica 16 luglio ricorre il “Tax Free Day” di Trento, primo comune in Italia a raggiungere questo traguardo nella graduatoria di 135 città considerate dall’Osservatorio della tassazione sulla piccola impresa della CNA.

Leggi tutto...

Banche: crolla la liquidità alle imprese. Quelle venete le più colpite

Negli ultimi tre anni, complice la crisi delle banche, la contrazione degli impieghi alle imprese è stata di 62 miliardi di euro

crisi liquidità euro soldi biglietti 50 forbiceIn questi ultimi 3 anni di grave crisi del sistema creditizio italiano (aprile 2017 sullo stesso mese del 2014), com’era prevedibile la contrazione degli impieghi bancari alle imprese italiane ha continuato ad aumentare: -62,4 miliardi di euro.

Leggi tutto...

Alessandro Conte confermato presidente Cna Veneto

Secondo mandato per l’artigiano trevigiano

alessandro conte presidente cna venetoAlessandro Conte, 62enne trevigiano, imprenditore del settore impianti, guiderà la Cna del Veneto per altri quattro anni. Lo ha eletto il Consiglio regionale dell'Associazione, riunitosi alla presenza di Paola Sansoni, vicepresidente nazionale di Cna, a conclusione di un lungo percorso di rinnovamento dei propri vertici in tutta la regione.

Leggi tutto...

La filiera legno-mobile del Trentino fattura di 340 milioni di euro

Incontro a Cavalese nel cuore della Mangifica Comunità di Fiemme del presidente di FederLegnoArredo Orsini con gli imprenditori locali

assi legno segheria falegnameriaIn Trentino la filiera legno-mobile realizza complessivamente un fatturato di circa 340 milioni di euro prodotto da 883 aziende e 3.589 addetti. Il dato è emerso nel corso di un incontro a Cavalese, nel cuore della Magnifica Comunità di Fiemme (una delle più antiche regole proprietarie di uno dei maggiori patrimoni boschivi del Trentino) del presidente di FederlegnoArredo, Emanuele Orsini, con gli imprenditori trentini del settore.

Leggi tutto...

Prezzi: secondo l’Unione Consumatori Bolzano con Venezia tra le città più care d'Italia

La Toscana è la Regione più costosa, seguita dal Trentino Alto Adige 
 

 

euro soldi biglietti banca moneteL'Istat conferma i dati preliminari dell'inflazione di giugno ed il rallentamento dei prezzi a +1,2%, da +1,4% di maggio. Sui dati relativi all'inflazione dei capoluoghi di regione e delle regioni, l'Unione Nazionale Consumatori ha stilato la classifica delle città più care d'Italia e delle regioni più costose, in termini di aumento del costo della vita. 

Leggi tutto...

Mercato immobiliare: nel 2017 crescita più contenuta per le compravendite e prezzi stabili

Secondo l’indagine Nomisma sul mercato immobiliare non si registra ancora la fase espansiva del settore

Legacoopbund bolzano consegna nuovi alloggi Togenburg 2 casa condominioNomisma ha presentato i risultati dell’indagine condotta dall’Osservatorio sul mercato immobiliare luglio 2017 da cui si evince come «l’entità delle manifestazioni di interesse all’acquisto registrata nell’ultimo triennio, pur favorendo l’attivazione di meccanismi competitivi, non risulta ad oggi sufficiente a determinare l’avvio di una nuova fase espansiva sul versante dei valori».

Leggi tutto...

Dai “falsi” danno di 9,9 miliardi di euro ogni anno alle imprese italiane della moda

A Milano il convegno “La filiera della legalità” organizzato da Confartigianato

il falso nella modaLa moda italiana è la più bella del mondo ma anche la più “copiata”: un primato negativo, quello della contraffazione, che colpisce le imprese del settore sottraendo loro 9,9 miliardi l’anno in termini di mancate vendite. I danni della contraffazione si riflettono anche sull’occupazione, impedendo alle imprese di creare 88.500 posti di lavoro.

Leggi tutto...

Biovalene avvia la fase 2 nella produzione di biogas

Con la mappatura genomica e l’addestramento dei ceppi batterici attivi nelle biomasse si selezioneranno i ceppi più performanti per abbattere drasticamente i costi di produzione

biovalene batteri cellulePartire da un’accurata mappatura dei ceppi batterici presenti in 50 centrali a biomasse, per selezionarne i più performanti e addestrarli a disgregare la lignina, ovvero il grande problema irrisolto delle centrali di produzione di Biogas.
Una soluzione, quella che Biovalene di Pordenone sta definendo, che porterebbe una ventata d’innovazione nel mondo delle centrali a biogas, permettendo un drastico abbassamento dei costi di produzione e un contemporaneo innalzamento dei livelli qualitativi per questo comparto delle energie sostenibili.

Leggi tutto...

Distretti Emilia Romagna: crescita dell’export al +6,1% nel primo trimestre 2017

Indagine di Monitor Intesa Sanpaolo che evidenzia la positività di 15 distretti su 19

export grafica container gruProsegue la crescita (+6,1%) dell'export dei distretti dell'Emilia-Romagna nel primo trimestre del 2017, in linea con quello del totale dei distretti italiani (+6,4%), ma inferiore a quello del sistema manifatturiero regionale (+9,2%). E' quanto emerge dal Monitor dei distretti industriali in regione curato dalla direzione Studi e ricerche di Intesa Sanpaolo. 

Leggi tutto...

Federlegnoarredo, crescono le abitazioni in legno

Sono il 7% dei nuovi permessi, in testa Lombardia e Veneto. Settore in sviluppo per le caratteristiche di sostenibilità e sicurezza degli edifici realizzati con i pannelli lamellari

edificio pluripiano condominio realizzato legno xlamIl mercato delle case in legno è una realtà florida e in controtendenza rispetto alla contrazione di quello tradizionale, grazie anche all’evoluzione tecnologica degli ultimi anni che ha contraddistinto il settore con l’introduzione dei pannelli lamellari ad assi incrociate “X-Lam” che conferiscono robustezza, leggerezza e carattersitiche antisismiche e antincendio agli edifici così realizzati, anche di grandi dimensioni.

Leggi tutto...

In Trentino stagione invernale da record

L’Ispat diffonde i dati turistici: arrivi +3%, pernottamenti a quota 6,7 milioni, miglior risultato di sempre 

Trentino Spa inverno sciatore panoramaIl numero di turisti che hanno soggiornato in Trentino nella stagione invernale 2016-2017 è in ulteriore crescita, consolidando l’andamento positivo dell'ultimo triennio. Lo evidenzia l'Istituto di statistica della Provincia di Trento (Ispat), precisando che l'incremento degli arrivi rispetto alla precedente stagione invernale è pari a 3,1%, mentre le presenze crescono dello 0,9% portando così il numero dei pernottamenti a sfiorare i 6,7 milioni, il miglior risultato di sempre.

Leggi tutto...

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.