neq-header.jpg
Stampa
10
Gen

Confindustria Udine, ok a sistema che superi sanzioni Russia

Conferenza di inizio anno del presidente Matteo Tonon. «Serve uno scatto per arrivane a standard europei. No alla decrescita felice»

 

Matteo Tonon Foto Gasperi«Oggi c'è un saggio positivo ma stiamo vivendo un nuovo modello che necessita di uno scatto perché possa evolversi e ottenga saggi positivi più vicini ai modelli europei». Lo ha detto il presidente di Confindustria Udine Matteo Tonon nella conferenza stampa di inizio anno analizzando la situazione economica generale e locale che vede il consolidamento della crescita Pil a +0,8%, anche nel 2017. Un dato «inferiore alle previsioni di inizio 2016 ma con segno più; positivo che troviamo per la prima volta anche sul saggio della disoccupazione del numero reale degli occupati», ha aggiunto.

La produzione industriale del Friuli Venezia Giulia si posiziona in fascia positiva ma in un quadro di discontinuità. Nel primo trimestre 2016 la variazione tendenziale si è assestata in decelerazione di +0,1% cui è seguita una battuta d'arresto del secondo (-1,5%) e una tendenza al recupero nel terzo (+2,2%), sostenuto dalla domanda interna (+3%). Per il 2016 è prevista una crescita del Pil dello 0,8%, sostenuta da consumi delle famiglie e investimenti (+1,3%). Il valore aggiunto si rafforzerebbe con il contributo della industria (+1,8%) e con il supporto delle costruzioni (+0,8%) e dei servizi (+0,4%). Segnali positivi si riscontrano anche nel tasso di occupazione, riposizionatosi nel terzo trimestre 2016 al 63,8%. Nel terzo trimestre i disoccupati sono calati del 9,1% rispetto al 2015 e di conseguenza il tasso di disoccupazione è sceso nella variazione tendenziale trimestrale dal 7,8 al 7,2%. 

Per Tonon «la teoria della decrescita felice, per noi non è una opzione» rimarcando la necessità di ricercare un «cambio di paradigma della politica nel supporto degli investimenti, del mutamento del sistema industriale complessivo che, anche in chiave di Industria 4.0 e della legge di bilancio nazionale, dovrà vedere anche nell'industria regionale il diverso presidio dei mercati internazionali in un'ottica di strategia, prodotto, offerte e scelte fs riposizionarsi e adattarsi». Cambio strategico per il presidente di Confindustria «non tanto per guardare ai livelli precrisi, dato che non ci appartiene più», quanto per individuare un modello «nuovamente in grado di produrre ricchezza». 

Quanto all’andamento dei vari settori dell’economia regionale, l’edilizia è ancora in crisi strutturale di sistema; il manifatturiero «porta alcuni segnali positivi con il sistema legno-arredo e mobile che per anni in Friuli è stato uno dei più colpiti e oggi vede una luce in fondo al tunnel. Tengono complessivamente anche il sistema meccanico e metalmeccanico». Infine l'export, «se si toglie la cantieristica, segna un arretramento rispetto all'esercizio precedente». A questo proposito, Tono ha allargato la sua riflessione: «non ci dispiace l'idea di un sistema che, in questa nuova geopolitica complessiva, possa superare l'insieme di sanzioni date Russia. Abbiamo pagato un prezzo per qualcun altro, togliendo molte delle possibilità di sviluppo su cui il nostro sistema ha investito tanto». 

L'export della provincia di Udine nei confronti della Russia da gennaio a settembre 2016 è crollato: -54,2%. In generale, invece, l'export si è riposizionato a 3.713,3 milioni euro rispetto ai 3.770,8 del 2015 (-1,5%). La voce principale delle esportazioni (macchinari e apparecchiature) ha segnato un -1,5%; e -1,7% i prodotti metallurgici mentre i mobili sono a +0,4%; apparecchiature elettriche +8,7% e +2% alimentari. Il mercato principale è la Ue a 28 (+1,6% pari al 61,5%), con la Germania primo paese. Per quanto riguarda i Paesi extra Ue, la Turchia fa segnare un brusco calo, -26,3%. 

«Lo scenario internazionale del 2016 ha avuto degli scossone che vengono da scelte geopolitiche o momenti anche molto brutti di terrorismo che abbiamo visto anche all'interno del nostro contesto europeo e che hanno segnato pesantemente alcune possibilità di sviluppo in mercati di riferimento - ha aggiunto Tonon - Ma i tassi di sviluppo possono essere maggiormente accelerati se vengono cavalcate le direttrici di internazionalizzazione su cui il nostro sistema ha investito molto negli ultimi 10 anni e continua a investire. Abbiamo tutte le carte in regola per poter giocare questa partita».

Quanto all’azione di governo regionale, per Tonon «il giudizio di medio termine è positivo, specie sull'operato della giunta regionale per le politiche economiche e industriali cantierate nella nostra regione». Per Tonon «la questione industriale fu messa al centro 3 anni fa. E' stata confermata nelle scelte di politiche industriale, dell'utilizzo dei fondi europei e delle componenti del Por Fesr. Le prime risorse sono de facto già state distribuite con la fine del 2016. I patti sono stati mantenuti e vengono confermati con la legge regionale di bilancio 2017». Tonon promuove anche gli accordi siglati dalla presidente della Regione con i paesi esteri, «molto importanti per tutto il sistema produttivo perché apripista che consentono anche alle aziende più piccole di beneficiare di un sistema di relazioni avviate». In particolare con la Baviera, è «fondamentale l'accordo per la logistica e la collaborazione con il porto di Trieste», posto che la «Germania è storicamente il partner commerciale della nostra regione». Plauso anche per l'accordo con l'Iran. Critiche, invece, alla «strategia ben precisa di una parte del sistema cinese che ha portato dumping al sistema europeo».

ECONOMIA NEWS

Nonostante la “Brexit”, la Gran Bretagna si conferma primo mercato per export del Prosecco

Al Vinitaly convegno di studio sugli effetti dell’uscita dall’Ue del Regno Unito sul mercato enologico internazionale

calici prosecco brindisi spumanteLa “Brexit” non scalfisce l’amore degli inglesi per il Prosecco con la Gran Bretagna che è diventata nel 2016 il primo mercato mondiale di sbocco dello spumante italiano con le bottiglie esportate che hanno fatto registrare un aumento record del 33% per un valore di 366 milioni di euro mai registrato prima. E’ quanto emerge dall’analisi divulgata dalla Coldiretti su dati Istat relativi al 2016 in occasione dell’avvio della procedura per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione.

Leggi tutto...

Alperia approva il suo primo piano strategico

Il gruppo nato dalle multiutility dell’Alto Adige ad inizio 2016, entra nel pieno delle potenzialità

Alperia da sx Luitgard Spögler Wolfram Sparber Johann Wohlfarter Paolo VanoniIl Gruppo Alperia ha presentato il primo piano strategico pluriennale dopo la fusione delle due più importanti società energetiche dell'Alto Adige Sel e Ae nel 2016. Il piano prevede investimenti di 400 milioni di euro nel periodo 2017-2021, di cui 200 milioni nella produzione di energia elettrica, mentre 160 milioni saranno investiti nelle reti elettriche e altri 50 milioni saranno destinati all'ampliamento delle reti di teleriscaldamento. 

Leggi tutto...

Le bioeconomie in Europa presentato da Banca Intesa Sanpaolo il terzo rapporto

Il settore in Italia (2015) fattura 251 miliardi di euro, l’8,1% della produzione nazionale . In rapporto al totale della produzione, Italia seconda solo alla Spagna (10,8%), superando la Francia (7,5%), la Germania (6,1%) e il Regno Unito (4,7%) 


bioeconomia provetta piantaLa Direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo, SRM ed Assobiotec hanno presentato nella sala delle assemblee del Banco di Napoli il terzo rapporto dedicato alla bioeconomia in Europa.

Leggi tutto...

La B&B Frutta di Bussolengo (Verona) cresce con un'attenzione all’ambiente e all’educazione alimentare

Proseguono i lavori per i nuovi magazzini frigorifero (8.000 mq) a Santa Maria di Zevio 

BBfruttaProseguono i lavori per la costruzione della nuova sede della B&B Frutta di Bussolengo che sta realizzando a Santa Maria di Zevio (Verona) oltre 8.000 metri quadrati di magazzini frigorifero per un investimento di 5 milioni di euro per lo stoccaggio delle mele commercializzate in tutto il mondo con i marchi  “Rossella” e “Appeal” che saranno completati per la campagna 2017-2018. Un’eccellenza agroalimentare italiana nel mondo, ottenuta da un’attenta selezione della materia prima e fasi di lavorazione in cui il prodotto viene controllato e selezionato manualmente da operatori qualificati.


Leggi tutto...

Barbara Jäger (Business Pool, Bolzano/Innsbruck) eletta nuova presidente dei prestatori di servizi nell’Unione (Confcommercio imprese Bolzano)

«Decisive le competenze linguistiche e sociali dei collaboratori»

Barbara Jäger la nuova presidente dei prestatori di servizi nellUnioneBarbara Jäger (Business Pool, Bolzano/Innsbruck) è la nuova presidente dei prestatori di servizi nell’Unione Confcommercio Imprese di Bolzano. L’esperta di recruiting, organizzazione e sviluppo del personale è stata eletta per acclamazione in occasione della recente seduta del direttivo dei prestatori di servizi, succedendo così a Christoph Rainer, che ha guidato la categoria nei passati sette anni e che continuerà a prestare la propria collaborazione in seno al direttivo del gruppo.

Leggi tutto...

Veneto leader dell’export
con 884 miliardi di euro di beni e prodotti nei paesi membri UE in 50 anni

Bellati: «crescita del Veneto legata al mercato unico, ma c’è ancora troppa concorrenza sleale».
Pozza: «richiesto un rinnovato slancio unitario, una forte volontà politica per assicurare azioni efficienti ed immediate per cittadini e imprese»

convegno 50anni ue cciaa trevisoUn export di 884 miliardi di euro. A tanto ammonta, secondo le stime del Centro Studi Unioncamere Veneto, il valore attualizzato e cumulato delle esportazioni di beni e prodotti del Veneto in Europa dall'entrata in vigore dell'unione doganale tra i Paesi della CEE (1 luglio 1968) ad oggi. Si tratta di circa sei volte il Pil regionale e di circa il 60% del Pil italiano attuali. 

Leggi tutto...

A22: il consiglio di amministrazione approva il bilancio 2016

Utile netto a 71,7 milioni di euro (in calo rispetto ai 76,3 milioni del 2015) su un totale di 331,1 milioni di euro di ricavi

Sede A22L’Autostrada del Brennero continua ad essere una gallina dalle uova d’oro: il consiglio di amministrazione della società ha approvato il bilancio 2016 (che dovrà essere ratificato dall’assemblea dei soci il prossimo 27 aprile) che chiude con un utile netto di esercizio pari a 71,7 milioni di euro, leggermente in calo rispetto al risultato conseguito nel 2015 (76,3 milioni di euro). Soddisfatti il presidente Andrea Girardi e l’amministratore delegato Walter Pardatscher di A22: «anche nel 2016 la Società ha effettuato importanti investimenti volti ad un miglioramento delle infrastrutture autostradali e degli standard di sicurezza dell’A22».

Leggi tutto...

Artigianato Emilia Romagna: segnali di miglioramento per la produzione dalla “Giornata regionale”

A Bologna un incontro promosso dalla Regione con Cna e Confartigianato Costi: «continuiamo a lavorare insieme per affrontare le sfide del nuovo mercato»

artiginatoaSegnali di miglioramento per la produzione delle aziende artigiane nel 2016, un comparto pronto a cogliere le sfide di industria 4.0 e la “green economy”. È quanto in sintesi emerso a Bologna nel corso dei lavori della “Giornata regionale dell’artigianato” promossa dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con Cna e Confartigianato e alla presenza dei presidenti Paolo Govoni (Cna) e Marco Granelli (Confartigianato), per fare il punto sullo stato di salute e sulle prospettive future del settore.

Leggi tutto...

La veneta OVS (Gruppo Coin) dà il via ad 11 negozi in Slovenia

Con l’apertura dei nuovi punti che si sostituiscono agli esistenti “Charles Vögele”, il marchio raggiunge i 20 negozi. A breve ulteriore espansione in Svizzera, Austria, Germania e Ungheria

negozio ovs firenzeIl marchio italiano Ovs Spa, leader del “fast fashion” appartenente al gruppo Coin, ha avviato un piano di espansione in Slovenia, con l'apertura di 11 negozi, per una superficie di vendita dagli 800 ai 1.000 metri quadrati.

Leggi tutto...

La “nuova” Itas supera tutti gli obiettivi del 2016 pensando a consolidare i risultati ottenuti

Il gruppo assicurativo trentino chiude con un utile consolidato ante-imposte di 25,6 milioni di euro e prosegue con successo il processo di integrazione post acquisizione dell’inglese RSA

Itas direttore ermanno grassi e presidente giovanni di benedettoAd un anno dall’integrazione delle attività italiane dell’inglese Rsa, Itas mette a segno un altro anno positivo, registrando un utile ante-imposte consolidato pari a 25,6 milioni di euro, ampiamente superiore agli obiettivi prefissati da piano industriale. Nonostante le sfidanti condizioni del mercato, il patrimonio del gruppo assicurativo trentino sfiora oggi i 387 milioni di euro, con un aumento di oltre 9 milioni di euro rispetto al 2015. Il patrimonio della capogruppo Itas Mutua vale da solo 329 milioni di euro (+10,2% rispetto al 2015) e la raccolta premi è ora di oltre 740 milioni di euro.

Leggi tutto...

Mediocredito Trentino Alto Adige approva il bilancio 2016

La banca ritorna in utile un anno in anticipo rispetto alle previsioni del piano industriale grazie al buon andamento dell’economia in Trentino Alto Adige, Veneto e Lombardia

Mediocredito Trentino Alto Adige approva il bilancio 2016 direttore Diego Pelizzari con presidente Franco SenesiMediocredito Trentino Alto Adige archivia il 2016 con l’incremento dei volumi di attività, grazie alla graduale ripresa dell’economia e all’incremento della domanda per investimenti da parte delle piccole e medie imprese.

Leggi tutto...

Confcommercio E-R, un grave errore l'abolizione dei buoni lavoro

Postacchini: «si è eliminato uno strumento legale, tracciabile, soggetto a copertura previdenziale e assicurativa, idoneo a coprire prestazioni di lavoro saltuarie e occasionali, e che tutelava nel contempo il lavoratore»

Voucher buono LavoroProsegue la protesta delle categorie economiche a seguito dell’improvvisa e immotivata abrogazione dei buoni lavoro. Per il presidente di Confcommercio Emilia Romagna Enrico Postacchini si tratta di «un grave errore».

Leggi tutto...

Aeroporto Brescia Montichiari: al via il primo collegamento “all-cargo” su Hong Kong via Baku

Silk Way Italia opera al “Gabriele D’Annunzio” con tre collegamenti settimanali

Aeroporto montichiari brescia aero cargo Silk Way Italia merci Alibaba 2Catullo S.p.A., società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia, Save S.p.A., società di gestione dell’aeroporto di Venezia (e azionista di peso del “Catullo”), SW Italia e STO Express hanno annunciato l’attivazione del primo collegamento “all-cargo” su Hong Kong via Baku all’aeroporto di Brescia Montichiari.

Leggi tutto...

Granarolo acquisisce il 60% brasiliana Allfood

Si tratta del principale importatore e distributore prodotti alimentari europei in Brasile 

logo GranaroloGranarolo, il maggiore operatore agroindustriale a capitale Italiano, ha acquisito il 60% di Allfood, primario importatore e distributore di prodotti tipici europei in Brasile. Si tratta della seconda operazione in Brasile negli ultimi due anni da parte del Gruppo emiliano: a fine 2015, Granarolo ha acquisito una partecipazione del 60% di Yema, società specializzata nella produzione e commercializzazione di una vasta gamma di prodotti caseari.

Leggi tutto...

Voucher: per Confcommercio Udine si tratta di «abrogazione demagogica»

Da Pozzo: «lo strumento è stato valido per regolarizzare i picchi stagionali di attività e situazioni di emergenza da parte delle aziende»

voucher buono lavoro valore 75 euroPer il presidente di Confcommercio Udine, Giovanni Da Pozzo l'abrogazione dei voucher è «una decisione demagogica, legata alle convenienze della politica, che ha però come effetto un grave danno alle imprese, già messe all'angolo da pressione fiscale e burocrazia».

Leggi tutto...

Fallisce (per il momento) l’Opa totalitaria Lactalis su Parmalat

Il gruppo francese riapre adesioni a Opa per rimuovere il titolo dal listino di Piazza Affari spostando il termine per aderire dal 29 marzo al 4 aprile. Invariata l’offerta economica, più bassa della quotazione corrente

parmalat carone latte uhtIl Gruppo Lactalis riapre il periodo di adesione all'Opa su Parmalat, allungando dal 29 marzo al 4 aprile il termine per consegnare le azioni detenute. Il gruppo francese, prendendo atto del fatto che il livello di adesioni all'Opa totalitaria finora l'ha portata a detenere una quota di capitale inferiore alla soglia del 90% necessaria per avviare le procedure per la rimozione del titolo dal listino di Piazza Affari a Milano, arrivando all’89,55% del totale circolante.

Leggi tutto...

Bankitalia, ecco la nuova banconota da 50 euro in circolazione dal 4 aprile

Prosegue l’aggiornamento dei biglietti di carta moneta per proteggerli dagli attacchi dei falsari. Pronti 9 miliardi di pezzi che saranno sul mercato affiancando i tagli già in circolazione

nuova banconota 50 euroBankitalia ha avviato una campagna di promozione e comunicazione rivolta agli operatori professionali e al pubblico generico per accompagnare l’introduzione dei nuovi biglietti da 50 euro che inizieranno a circolare il prossimo 4 aprile.

Leggi tutto...

Nasce in Friuli Venezia Giulia, grazie a Friuli Innovazione, il polo per tecnologie additive

Iniziativa in collaborazione con il cluster Comet Metalmeccanica FVG. Feruglio: «tecnologie che si stanno diffondendo rapidamente nella produzione»

stampante 3D additive manifacturing 2Formare in Friuli Venezia Giulia risorse umane con alta specializzazione nelle tecnologie additive in modo molto più rapido che in altre regioni europee e fare in modo che le aziende manifatturiere del territorio possano adottare con facilità queste tecnologie, accrescendo così la loro competitività a livello internazionale.

Leggi tutto...

Stevanato Group: 
fatturato 2016 a 456,1 milioni di euro (+35,3%)

Per l’azienda padovana prosegue il percorso di crescita a doppia cifra

Franco Stevanato Amministratore Delegato Stevanato GroupProsegue il percorso di crescita a doppia cifra di Stevanato Group, specializzato in prodotti, processi e soluzioni per l’industria farmaceutica (packaging da tubo vetro, sistemi in plastica stampati ad iniezione, macchinari per la trasformazione del tubo vetro e sistemi di ispezione, apparecchiature per assemblaggio e soluzioni per la serializzazione).

Leggi tutto...

Veneto Sviluppo: il nuovo presidente è Fabrizio Spagna

Manager e finanziere veneziano, presidente e fondatore di Axia Financial Research. Zaia: «la Finanziaria regionale ha nuovamente una solida guida»

venetosviluppoIl consiglio di amministrazione della finanziaria regionale Veneto Sviluppo ha nominato il suo decimo presidente della storia societaria : si tratta dell'economista e manager veneziano Fabrizio Spagna, classe '65, laureato in economia monetaria a Ca' Foscari di Venezia e specializzato in finanza quantitativa.

Leggi tutto...

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.