neq-header.jpg
Stampa
18
Mag

Depurazione, l'Europa promuove l'Emilia-Romagna

Nessuna procedura di infrazione sul trattamento delle acque reflue. Gazzolo: «investiti 17 milioni di euro nei territori»

depuratoreL’Europa promuove l’Emilia-Romagna e la esclude dalla procedura di infrazione sulla depurazione delle acque di scarico dei centri urbani con più di 2.000 abitanti equivalenti. Nove le località interessate dalla valutazione delle istituzioni comunitarie: Bagnacavallo-Villanova (RA), Fusignano (RA), Bagno di Romagna (FC), Bondeno (FE), Decima (BO), Fanano (MO), Fiumalbo (MO), Lizzano in Belvedere (BO) e San Bartolomeo in Bosco (BO) che da oggi anche per la Ue sono completamente in regola. In Italia, solo il Molise e la Provincia di Bolzano sono fuori dalle procedure di infrazione.

«Si tratta di un risultato straordinario che ci colloca ai primi posti in Italia per la qualità delle acque reflue, frutto di un grande investimento di circa 17 milioni di euro messo in campo con Atersir, l’Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti, e i comuni», commenta l’assessore regionale alle politiche ambientali, Paola Gazzolo.

II procedimento, avviato dall’Europa nel 2014, si riferiva agli “agglomerati” - cioè ai nuclei abitati urbani con un “carico” di acque reflue equivalente a più di 2.000 abitanti – dove non era garantito il raggiungimento degli obiettivi di qualità nella depurazione fissati con la direttiva 91/271/CEE a causa di reti o impianti di trattamento non adeguati.

Nel ravennate sono stati realizzati interventi di collettamento delle reti non depurate a Bagnacavallo-Villanova (800.000 euro) e a Fusignano nella frazione di Maiano Nuovo (200.000 euro). A Bagno di Romagna (Fc) è stato portato a termine un nuovo impianto di depurazione (4,6 milioni di euro), mentre a San Giovanni in Persiceto (Bo), nella frazione di Decima, sono stati realizzati interventi per migliorare lo scarico dell’impianto (3,25 milioni). Sempre nel Bolognese interventi di collettamento di reti non depurate sono stati realizzati a Lizzano in Belvedere (2,6 milioni). 

A Bondeno, in provincia di Ferrara sono stati ultimate opere di collettamento dell’impianto centralizzato e di dismissione di due depuratori non adeguati (428.000 euro) così come la frazione di San Bartolomeo in Bosco, in comune di Ferrara, è stata collegata all’impianto centralizzato di Galbanella (2,6 milioni).

Nel Modenese sono stati realizzati due interventi: a Fanano la dismissione di impianti non adeguati e il collettamento all’impianto centralizzato (1,3 milioni). A Fiumalbo il collettamento delle reti all’impianto centralizzato e il suo adeguamento (1,1 milioni).

AMBIENTE NEWS

Goletta dei laghi: sul Garda Ok solo il tratto trentino. Numerosi punti inquinanti sulle sponde venete e lombarde

Martinelli: «non è possibile perdere ulteriore tempo per il rifacimento del sistema di raccolta e depurazione dei reflui fognari»

gargnano panorama lago di garda estesoSi è conclusa, anche per il 2017, l'edizione di “Goletta dei Laghi, la campagna di monitoraggio delle acque lacustri di Legambiente giunta quest'anno alla sua dodicesima edizione. Su 19 punti campionati, ben 13 sono fuori dai limiti di legge: 3 inquinati e 10 fortemente inquinati.

Leggi tutto...

Bee-Kaiser api monitor-aria attorno a industrie

Verrà analizzato il miele raccolto nelle arnie installate per svelare eventuali inquinanti

apicoltura ape su fiore impollinazioneLe api al servizio della qualità dell'aria attorno ai luoghi dove operano le industrie. Si chiama “Bee-Kaeser” ed è un progetto che unisce, sotto l'insegna della tutela e del rispetto dell'ambiente, una multinazionale specializzata nella produzione di compressori (Kaeser), una start up del settore dell'apicoltura gestita da LuissEnlabs (Beeing), una delle più grandi aziende del settore apicoltura (Lega Italy), docenti e ricercatori della facoltà di Agraria dell'Università di Bologna e Legambiente-Emilia Romagna.

Leggi tutto...

La Fondazione Mach entra in Climate-Kic

L’ente di ricerca agricola e ambientale del Trentino aderisce alla società sceintifica che ch riunisce più di 180 soggetti tra università, enti di ricerca, imprese e amministrazioni di dieci Paesi europei

fondazione mach logoLa Fondazione Edmund Mach (Fem) di San Michele all'Adige, in Trentino, entra nella Climate-Kic, la società che riunisce più di 180 soggetti tra università, enti di ricerca, imprese e amministrazioni di dieci Paesi europei per diffondere la conoscenza, promuovere l'innovazione nella sfida ai cambiamenti climatici e favorire lo sviluppo e la creazione di una società “zerocarbon”.

Leggi tutto...

Serracchiani visita la sede Enpa Trieste

«Grazie ai volontari». Il sodalizio si avvale dell’opera di 25 attivisti

serracchiani visita enpa trieste tartarugaVisita all'Ente nazionale protezione animali (Enpa) di Trieste della presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che è stata ricevuta dalla presidente della struttura, Patrizia Bufo, e da Gianfranco Urso, storico amante degli animali che vanta oltre 50 anni di attività di volontariato.

Leggi tutto...

Treni: debutto a Villafranca (Vr) del treno-bici Venezia-Verona-Mantova

De Berti: «ferro e due ruote, binomio vincente per la mobilità e il turismo»

Elisa De Berti consegna la targa di Trenitalia al presidente della FIAB di Verona Corrado MarastoniDebutto festoso del primo convoglio “Verona Treno Bici”, il treno turistico promosso da Regione Veneto e Trenitalia sulla tratta Venezia-Verona, con prolungamento sino a Mantova.

Leggi tutto...

Biocarburanti: progetto Europa-Brasile su colture avanzate con UniBo come capofila di “Becool”

Iniziativa nell’ambito del progetto europeo Horizon 2020 per ottimizzare i processi di trasformazione biochimica e termodinamica delle biomasse

biocarburanti graficaEuropa e Brasile insieme per favorire la produzione di biocarburanti avanzati, compresi quelli per il trasporto marittimo e l'aviazione. E’ la sfida di “Becool”, un nuovo progetto europeo (Horizon 2020) che vede l'Università di Bologna nel ruolo di leader.

Leggi tutto...

Progetto “Etsch 2000”: ricostruiti i percorsi storici dell'Adige e modellati possibili cambiamenti futuri

Lo studio delle Università di Trento e Bolzano ha ricostruito l’evoluzione storica della morfologia fluviale dell’Adige negli ultimi 2000 anni. A Bolzano la presentazione dei risultati

UniTn UniBz gruppo ricerca ETSCH 2000“Etsch 2000” è il nome del progetto di ricerca triennale finanziato dalla provincia autonoma di Bolzano che ha permesso di effettuare una ricostruzione storico- morfologica del fiume Adige tra Merano e Rovereto aiutando a comprendere come il fiume e la sua valle abbiano reagito al variare delle condizioni naturali ed antropiche. Nato sull’asse dell’Euregio, tra le Università di Bolzano e Trento, “Etsch 2000” è nato come un vero e proprio progetto multidisciplinare, al quale hanno preso parte ricercatori di diverse discipline, dalla cartografia all’idraulica, dalla morfodinamica fluviale alla geo-archeologia, delle due Università di Trento e Bolzano.

Leggi tutto...

Alto Adige: ecco gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche per aziende

Previsti aiuti anche per bici e scooter elettrici

veicolo elettrico presaAgenzia per l'ambiente, assessorati all'economia, all'energia e ambiente e alla mobilità della provincia di Bolzano, Consorzio dei Comuni, Unione energia Alto Adige Sev, Centro idrogeno Iit, Sta Strutture trasporto Alto Adige e Carsharing: sono queste le organizzazioni coinvolte nel gruppo di lavoro sulla mobilità sostenibile, che opera da diversi mesi alla realizzazione di un pacchetto di misure per la mobilità sostenibile all'insegna del motto “#viaggiaresmart”.

Leggi tutto...

“Trentino e.mobility”: arriva il pacchetto degli incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici

Entro il 2025 i punti di ricarica sul territorio provinciale saranno 2.500. Contributi pubblici per l’installazione di sistemi di ricarica privati, acquisto di bici, scooter e auto elettriche. 20 milioni di investimenti pubblici in 10 anni

auto elettrica graficaLa Giunta provinciale di Trento ha varato in via preliminare (ora dovrà essere ratificato dall’assemblea legislativa) il Piano provinciale per la mobilità elettrica, attraverso cui si punta a ridurre le emissioni di gas serra e, in particolare, quelle inquinanti attribuibili al settore dei trasporti (CO2, PM10, PM2.5, NO2, ecc.), nonché all’impiego razionale dell’energia puntando all’uso di fonti rinnovabili.

Leggi tutto...

Siccità, il fiume Po scende a -2,56 metri sotto lo zero idrometrico

Allarme di Coldiretti per le coltivazioni e per il grande caldo in tutto il Paese

fiume po siccità pote della beccaIl livello idrometrico del fiume Po al Ponte della Becca è sceso due metri e mezzo sotto lo zero idrometrico (-2,59), un metro e venti centimetri in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno per effetto di una primavera che in Italia si classifica come la seconda più calda e la quarta più asciutta dal 1800.

Leggi tutto...

L’azienda bolognese Bio-on ripulisce i mari dal petrolio

Nuova rivoluzionaria tecnologia per eliminare l'inquinamento di petrolio in mare in 3 settimane tramite speciali micro polveri biologiche sono in grado di dissolvere gli idrocarburi in acqua. 

sversamento petrolioAlcune innovazioni hanno una portata veramente rivoluzionaria per il pianeta, come la scopeta fatta dall’azienda bolognese Bio-on con la nuova tecnologia Minerv Biorecovery che permetterà in circa tre settimane di eliminare in modo naturale l'inquinamento di idrocarburi in ambiente marino.

Leggi tutto...

Friuli Venezia Giulia: qualità aria sostanzialmente buona

Vito: «dal Rapporto annuale il bilancio è complessivamente positivo»

FVG sara vito con Luca marchesi direttore Arpa«Il rapporto sulla qualità dell'aria per l'anno 2016 conferma gli andamenti noti da ormai molto tempo e cioè che in Friuli Venezia Giulia la qualità dell'aria è sostanzialmente buona, sebbene con presenza di alcune criticità determinate prevalentemente da fattori climatici e geografici» ha l'assessore all'ambiente del Friuli Venezia Giulia, Sara Vito, nel corso della presentazione del Rapporto sulla qualità dell'aria realizzato dall'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, Arpa.

Leggi tutto...

Dal Governo 4,7 milioni di euro per progetti di fattibilità delle prime 4 ciclovie

A NordEst coinvolte la ciclovia del “Sole” Bologna-Firenze e la “Vento” Venezia-Torino. A breve i finanziamenti per la ciclovia del Garda, la Trieste-Lignano e la Sabbiadoro-Venezia

mappa ciclovie nord italiaIl ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha finanziato con 4,77 milioni di euro i progetti di fattibilità tecnica ed economica delle prime quattro ciclovie turistiche, dando avvio alla loro realizzazione all'interno del sistema nazionale delle ciclovie turistiche.

Leggi tutto...

Nuovi contaminanti minacciano i mari: a che punto è la ricerca?

Tavola rotonda con tecnici, scienziati e politici a Slow Fish a Genova

banco di pesce mareQuante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili? Un gruppo di scienziati ha cercato di rispondere a queste domande durante Slow Fish in un ciclo di conferenze dedicato ai nuovi contaminanti dei mari.  

Leggi tutto...

Pfas: L’Istituto Superiore di Sanità trasmette alla regione Veneto gli esiti monitoraggio su persone residenti in zone agricole

Già inviato alla Procura di Vicenza, al Consiglio regionale e alle Ullss interessate.

veneto PFAS Aree contaminazione PlumeSono stati trasmessi alla direzione regionale Prevenzione del Veneto i risultati dello studio di biomonitoraggio di sostanze perfluoroalchiliche (Pfas) in operatori e residenti di aziende agricole e zootecniche, condotto dall’Istituto Superiore di Sanità. Tali analisi fanno parte del più ampio studio di biomonitoraggio che ha come obiettivo la definizione dell’esposizione a Pfas nei soggetti residenti nelle aree del Veneto nelle quali è stata rilevata la presenza di questi contaminanti.

Leggi tutto...

La plastica la maggiore minaccia per la salute del mare

Dieci milioni di dati raccolti in ambito progetto Emodnet Chemistry 

plastica nel mareE' la plastica il pericolo maggiore per la salute del mare. E' quanto emerge dagli oltre 10 milioni di dati finora raccolti nell'ambito del progetto Emodnet Chemistry, coordinato dall'Istituto Nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale (Ogs) di Trieste.

Leggi tutto...

Depurazione, l'Europa promuove l'Emilia-Romagna

Nessuna procedura di infrazione sul trattamento delle acque reflue. Gazzolo: «investiti 17 milioni di euro nei territori»

depuratoreL’Europa promuove l’Emilia-Romagna e la esclude dalla procedura di infrazione sulla depurazione delle acque di scarico dei centri urbani con più di 2.000 abitanti equivalenti. Nove le località interessate dalla valutazione delle istituzioni comunitarie: Bagnacavallo-Villanova (RA), Fusignano (RA), Bagno di Romagna (FC), Bondeno (FE), Decima (BO), Fanano (MO), Fiumalbo (MO), Lizzano in Belvedere (BO) e San Bartolomeo in Bosco (BO) che da oggi anche per la Ue sono completamente in regola. In Italia, solo il Molise e la Provincia di Bolzano sono fuori dalle procedure di infrazione.

Leggi tutto...

Alto Adige, con tecnologia dell'idrogeno in tre anni percorsi un milione di km a emissioni zero

La Provincia ora incrementa i bus con cella a combustibile. Ancora ritardo nella diffusione delle aree di rifornimento sostenibile, dall’energia elettrica, al metano, all’idrogeno

centro idrogeno IIT Bolzano presentazione bilancioDieci auto a idrogeno, 5 autobus con cella a combustibile e già oltre un milione di km percorsi a emissione zero in Alto Adige: sono i risultati dei progetti con tecnologia dell’idrogeno realizzati con successo dal 2014, presentati al Centro idrogeno IIT Bolzano.

Leggi tutto...

L’olio fritto usato diventa biodiesel in raffinerie Eni di Venezia e di Gela

Galletti: «l’economia circolare si fa non solo nella “green economy” 

riciclaggio olii di cucina esausti logoL'olio fritto usato dei ristoranti e delle mense diventerà diesel verde di alta qualità nelle raffinerie Eni di Venezia e Gela, riconvertite dalla raffinazione dei carburanti tradizionali a quella dei biocarburanti. Lo prevede un accordo firmato a Roma fra l'Eni e il Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli esausti, alla presenza del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti.

Leggi tutto...

“DolomitesVives”: passo Sella chiuso 9 mercoledì di seguito tra luglio e agosto

Le province di Trento e Bolzano attivano parzialmente la chiusura dei passi dolomitici al traffico privato

dolomitesvives Florian Mussner Richart Theiner Mauro Gilmozzi e il direttore dellAgenzia per la stampa Marco PappalardoTra il 5 luglio e la fine di agosto passo Sella resterà chiuso per 9 mercoledì tra le 9 del mattino e le 16. Il transito sarà consentito a mezzi del trasporto pubblico locale o elettrici, oltre che, naturalmente, a biciclette e pedoni. All'insegna del motto “DolomitesVives - Dolomiti vive” durante quelle giornate sarà anche implementato il trasporto pubblico e proposto un programma di contorno a base di musica, storie e offerte gastronomiche.

Leggi tutto...

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.