neq-header.jpg
Stampa
20
Mar

Le responsabili del Movimento Donna Imprese di Confartigianato Friuli Venezia Giulia s’incontrano con la politica a Palmanova

on Martedì, 20 Marzo 2012 21:42.

fvg federica seganti occhialiLe imprenditrici artigiane promuovono le politiche dell’assessore alle attività produttive Federica Seganti

Domande per oltre 9 milioni di euro presentate da 203 imprese (ben 45 quelle artigiane). Sta in questi dati la misura del successo delle “politiche regionali a favore dell’imprenditoria femminile” e giovanili illustrate dall’assessore regionale alle attività produttive della regione Friuli Venezia Giulia, Federica Seganti, nel corso di un convegno organizzato dal Movimento Donne Impresa di Confartigianato Fvg a Palmanova nell’ambito del progetto di azione positiva Rete Friuli Venezia Giulia Impresa Donna. “E’ un vero peccato – ha detto l’assessore Seganti – che le risorse a disposizione siano insufficienti (solo 500.000 euro per il 2012), ma speriamo che in sede di variazione di bilancio si trovi il modo di trovarne altre per finanziare più progetti possibili”.

Stampa
20
Mar

“Ubi Jazz” a Mirano e Spinea

on Martedì, 20 Marzo 2012 21:36.

Omar Sosa  Paolo Fresu in Alma-9284 1Grande prestazione del gruppo di Paolo Fresu e del duo Fujii Satoko, Tamura Natsuki
di Giovanni Greto

Due concerti per pianoforte e tromba completamente diversi nella rassegna dei comuni del miranese. Il primo, nel confortevole Nuovo Teatro di Mirano ha proposto Paolo Fresu alla tromba e flicorno e Omar Sosa al pianoforte e alla tastiera Korg. Il duo iniziò a collaborare insieme nel 2006 con un concerto negli studi NDR ad Amburgo, da cui venne ricavato l'album 'Promise'. Con il loro tour i musicisti stanno promuovendo l'ultimo CD, 'Alma', inciso per l'etichetta di Fresu 'Tuk record's’, nel quale compare anche il violoncellista brasiliano Jaques Morelenbaum. Il teatro è vicino all'esaurito e fin dal primo brano si avverte che agli strumenti acustici sono affiancati degli effetti elettronici creati da Fresu in tempo reale, percussioni, voci recitanti ed altre sonorità, preregistrate da Sosa.

Stampa
20
Mar

Crescono gli episodi di degrado territoriale a Trento: la Lega Nord denuncia quello della ex Sloi

on Martedì, 20 Marzo 2012 21:27.

 

LNT protesta degrado Sloi trentoNelle more della bonifica dell’area pesantemente inquinata da piombo, si è creata una situazione insostenibile. Il comune di Trento prepara un’ordinanza d’emergenza per fronteggiare la situazione

Continua l’attività della Lega Nord Trentino per denunciare i tanti, troppi casi di degrado del territorio della città di Trento: questa volta è toccato all’ex Sloi di Trento, una fabbrica dismessa da oltre vent’anni il cui sedime è pesantemente inquinato da piombo tetraetile utilizzato per la fabbricazione di antidetonanti per le benzine, dove l’illegalità ed il degrado fanno da padroni nonostante sia iniziato l’abbattimento dei vecchi edifici industriali per permettere la bonifica del sito.

Stampa
19
Mar

Il Prosecco: risorsa del NordEst

on Lunedì, 19 Marzo 2012 21:11.

bicchieri prosecco FotoPaoloSpiga bassaris 1 1Produttori e regioni a confronto nella località Prosecco di Trieste per tutelarne la crescita

“Quella della verifica dell’andamento della produzione di Prosecco DOC è una partita strategica per l’intero sistema enologico ed economico del Veneto e del Friuli Venezia Giulia: stiamo conquistando nuovi mercati con un prodotto esclusivo e sempre più apprezzato, ottenuto anche grazie alla conversione di preesistenti vigneti ritenuti non altrettanto utili per l’immagine e il reddito delle realtà enologiche delle nostre due Regioni. Non possiamo, non vogliamo e non dobbiamo consentire scivolamenti o fughe in avanti rispetto all’esigenza oggettiva di equilibrare aumento della produzione con aumento della domanda”. Lo ha ribadito l’assessore all’agricoltura del Veneto, Franco Manzato, nel corso della riunione svoltasi nella località Prosecco di Trieste, che dà il nome al vino, con il rappresentante del Friuli Venezia Giulia Luca Bulfone, direttore centrale della Direzione risorse rurali agroalimentari e forestali, il rappresentanza dell’assessore regionale all’agricoltura Claudio Violino impossibilitato ad intervenire per motivi di salute, il vicepresidente del Consorzio di tutela della DOC Giorgio Serena e i rappresentanti delle organizzazioni professionali delle due regioni.

Stampa
19
Mar

Vida (capogruppo Alimentari e Bevande di Confindustria Udine): “Le nuove regole comunitarie sull’etichettatura dei prodotti alimentari non devono sviare il consumatore finale”

on Lunedì, 19 Marzo 2012 21:07.

Da sx Neagu, Dongo, Vida e Casoni (foto Gasperi) 1Seminario dei produttori sul nuovo regolamento europeo

“Diamo un giudizio complessivamente positivo sul nuovo provvedimento comunitario diretto a fornire una informazione trasparente e consapevole al cliente. Va però ricordato che l’Italia in campo alimentare è un Paese soprattutto di trasformatori e quindi non nascondiamo la preoccupazione che il peso eccessivo che si dà nell’etichetta alla tracciabilità di origine della materia prima rispetto alla qualità della produzione possa sviare il consumatore finale”.

Sono le valutazioni di Cristian Vida, capogruppo del Gruppo alimentari e bevande di Confindustria Udine, sul nuovo regolamento UE n. 1169/2011 che riforma integralmente la disciplina dell’informazione al consumatore sui prodotti alimentari: etichette, pubblicità, siti web, vendite a distanza, etc. Le nuove regole, da applicarsi entro i prossimi tre-cinque anni, prescrivono tra l’altro un’altezza minima dei caratteri e altri accorgimenti per garantire l’effettiva leggibilità delle informazioni obbligatorie in etichetta, l’evidenziazione grafica degli allergeni nell’elenco ingredienti, l’introduzione di una tabella nutrizionale obbligatoria a 7 elementi, nonché alcune novità in tema di citazione dell’origine.

Stampa
19
Mar

VIII rapporto UniCredit sulle Piccole Imprese

on Lunedì, 19 Marzo 2012 21:00.

Unicredit logo 1Le aggregazioni di rete: un possibile modello vincente per la sostenibilità e lo sviluppo delle imprese del Trentino Alto Adige

Di fronte a un mutato contesto internazionale, reso più complesso dai processi di globalizzazione, risultano di aiuto per la competitività delle piccole imprese del Trentino Alto Adige le strategie di collaborazione in rete. E’ questa l’evidenza più importante emersa dall’analisi dei dati locali dell’Ottavo Rapporto sulle Piccole Imprese di UniCredit.

L’indagine, basata su oltre 6.000 interviste a piccoli imprenditori italiani e su un questionario inoltrato a circa 200 associazioni di categoria e Confidi, approfondisce vari aspetti e dinamiche dello scenario in cui operano le piccole imprese italiane: dal clima di fiducia alle politiche di innovazione intraprese, dall’appartenenza a filiere produttive alle strategie di internazionalizzazione.

Stampa
19
Mar

La commissione Trasporti del Parlamento Europeo in visita nel Nord Italia per fare il punto sulle infrastrutture

on Lunedì, 19 Marzo 2012 20:48.

FVG visita commissione trasporti presidente Brian Simpson con renzo tondo 1Previsti incontri a Trieste, Venezia, Verona e Milano

Lunedi' 19 marzo inizia da Trieste una visita della commissione trasporti del Parlamento europeo che toccherà poi Venezia, Verona e infine Milano. Guidati dal presidente della commissione, l'inglese Brian Simpson, saranno in Italia una decina di europarlamentari di diversi Paesi, tra coloro che decideranno del futuro delle infrastrutture del NordEst: se il Corridoio Adriatico-Baltico, vitale per tutti i porti dell'alto Adriatico, resterà esclusiva dell'Italia, se la Tav si fermerà a Venezia o proseguirà fino a Trieste e in est Europa, se nei prossimi sette anni il NordEst riceverà fondi europei. I membri della commissione dovranno convincersi che in questa parte d'Italia gli investimenti dell'Ue sono ben impiegati.

Anche il Governo italiano ha espresso il suo interesse a questa visita. Con una lettera del viceministro ai trasporti Mario Ciaccia, l'esecutivo ha rimarcato al presidente della commissione Simpson che per l'Italia “risulta di estrema importanza che Trieste sia a pieno titolo inserita nel più ampio contesto della strategia dei Corridoi europei rivolti a favorire la mobilità delle persone e delle merci lungo le direttrici Nord-Sud ed Est-Ovest dell'Europa. Far parte del 'core network' europeo è infatti un'opportunità per la crescita e la coesione. Lavorare insieme per rafforzare detta crescita è una delle priorità che contestualmente al risanamento della finanza pubblica, ci vede impegnati in uno sforzo comune per gettare le basi di una ripresa economica forte e duratura,come evidenziato anche dai nostri Primi Ministri della lettera del 20 febbraio u.s. indirizzata all'Unione europea”.

Stampa
19
Mar

Inaugurato il nuovo ingresso dell’ospedale di Cittadella (Pd) e vista il cantiere per la realizzazione della nuova “piastra” dei servizi sanitari

on Lunedì, 19 Marzo 2012 17:12.

ZAIA A CITTADELLA CON ZANON BITONCI BENAZZI E MARCATO 1Zaia: “il cittadino al centro della filosofia del nuovo piano sociosanitario”

Il presidente della regione del Veneto Luca Zaia ha compiuto una visita all’ospedale di Cittadella, nel corso della quale ha inaugurato il nuovo ingresso di via Pilastroni ed il moderno corridoio di collegamento con il corpo centrale della struttura e compiuto un sopralluogo al cantiere della nuova “piastra” che, una volta ultimata (a fine 2013) ospiterà il tanto atteso nuovo pronto soccorso, le radiologie, le terapie intensive, le sale operatorie, i locali tecnologici e, sulla sommità, l’elisuperficie per l’atterraggio degli elicotteri del Suem 118.

Nel corso della sua visita, Zaia, affiancato dal direttore generale dell’Ulss 15 Francesco Benazzi, si è rivolto ad una vasta platea di ospiti, composta, tra gli altri, dal sindaco di Cittadella, Massimo Bitonci, dal vicepresidente della provincia di Padova, Roberto Marcato, dal presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 15 Lorenzo Zanon, da amministratori locali e regionali e da parlamentari dell’area.

Stampa
17
Mar

Infrastrutture, sulla Valdastico il Governo intende accelerare per uscire dai veti degli anni trascorsi

on Sabato, 17 Marzo 2012 19:36.

A31 Valdastico verso Vicenza Nord 1

 

Schneck: “Serenissima prosegue nei progetti”. Chisso: “un passo avanti”. Pacher: “siamo pronti ad impugnare atti contro la volontà del Trentino”. Divina: “attenzione a dire sempre e comunque di No”

Il Governo Monti intende dare una spinta alla realizzazione delle infrastrutture che il sistema Italia attende da troppo tempo. Il viceministro alle infrastrutture, Mario Ciaccia, ha convocato al Ministero dello Sviluppo un vertice tra Anas, Autostrada Brescia-Padova, regione del Veneto e Trentino per sbloccare un’opera fondamentale per il NordEst e l’Italia, i circa 40 chilometri del tratto nord dell’autostrada della Valdastico che mancano al completamento dell’importante arteria che dovrà collegare i porti dell’alto Adriatico veneto al nord Europa.

Il vertice ha avuto il merito di fare il punto della situazione, complice anche l’atteggiamento del Governo: “è indispensabile rispettare i tempi fissati dall’Unione Europea e nei prossimi giorni sarà attivata la Conferernza dei servizi” ha detto Ciaccia. “Lo considero un bel passo avanti. Apriamo subito il tavolo politico per decidere sulle cose che ci uniscono” è il commento a caldo dell’assessore alle politiche della mobilità del Veneto, Renato Chisso sottolineando come “sia stato ribadito che per il Veneto Valdastico Nord, Valsugana e ferrovie sono tutte utili e non alternative tra di loro: abbiamo bisogno di infrastrutture. La decisione di dare vita ad un tavolo politico di approfondimento va colta come occasione per definire le questioni comuni in una prospettiva temporale ampia. Dobbiamo ragionare tutti per il futuro delle nostre comunità e l’oggi è una fase di transizione”.

Stampa
17
Mar

Primi effetti della nascita dell’Euroregione “Senza confini”: a Portogruaro riunione congiunta del PdL di Veneto e Friuli Venezia Giulia alla presenza di Alfano

on Sabato, 17 Marzo 2012 17:09.

“Agire unitariamente contro le tendenze neo centraliste dell’attuale Governo Monti”

All’indomani della nascita dell’Euroregione (Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia), ci sono già le prime novità nel mondo della politica, come la riunione congiunta dei gruppi regionali del Pdl del Friuli Venezia Giulia e Veneto di lunedì prossimo (19 marzo) a Portogruaro, alla presenza del segretario nazionale Angelino Alfano.

Stampa
17
Mar

Dove la politica vitivinicola del Trentino?

on Sabato, 17 Marzo 2012 17:03.

Associazione vignaioli trentino presidente Nicola BalterLa domanda se la fanno gli operatori del settore a ridosso del Vinitaly e della Mostra del vino Trentino, dinanzi allo “strappo” dei “Vignaioli”. Dall’assessore Mellarini ancora nessuna scelta strategica

Si avvicinano a grandi passi due eventi clou del mondo vitivinicolo trentino, il “Vinitaly” di Verona e la “Mostra del vino trentino” al Castello del Buonconsiglio di Trento, che l’anno scorso aveva visto la clamorosa rottura con quelli che si definiscono a buona ragione gli “artigiani del vino”, i piccoli produttori che, stufi della politica traccheggiante nel settore da parte della Provincia e il desiderio di oligopolio da parte della produzione cooperativa, avevano disertato la manifestazione unitaria, dando luogo ad una propria rassegna coronata da un buon successo di pubblico.

Proprio dai “mal di pancia” degli 80 piccoli produttori enologici che costituiscono i “Vignaioli del Trentino” capeggiati da Nicola Balter, che lamentano alla provincia di Trento scarsa attenzione e, soprattutto, scarsa regia per il comparto enologico, accompagnata dai consueti tempi biblici della pubblica amministrazione nel prendere le decisioni, quando sul mercato la concorrenza corre a rotta di collo e il vino prodotto lo si deve pur vendere, emerge sempre più la pochezza del comportamento dell’assessore provinciale all’agricoltura, Tiziano Mellarini, che anche nella intervista pubblicata in risposta alle esternazioni di Balter ha solo fatto un esercizio tipico di ogni buon post democristaino, lanciando appelli all’unità e dichiarando l’ovvio, senza sforzarsi di andare oltre e di entrare nel merito dei punti dolenti del settore vitivinicolo trentino che, se non governati a dovere, rischiano di trasformarsi in un boomerang e di amplificare le già enormi difficoltà di riconoscimento e di apprezzamento della produzione enologica locale sul mercato globale.

Stampa
16
Mar

Nasce a Trieste il Gect “Senza confini” tra le regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia

on Venerdì, 16 Marzo 2012 20:39.

 

Trilaterale FVG Veneto Carinzia stretta mano Renzo Tondo Gerhard Doerfler Luca Zaia 1Nuova euro regione cui aderiranno in un secondo tempo Slovenia e le due contee dell’Istria croata. Addio ad Alpe Adria

 

I governatori di Friuli Venezia Giulia, Veneto e Carinzia (Austria), Renzo Tondo, Luca Zaia e Gerhard Doerfler si sono riuniti a Trieste per il vertice trilaterale che ha sancito la costituzione dell'Euroregione “Senza confini” tra le tre aree. All'incontro, che si è svolto nella sede della Regione di piazza dell'Unita' d'Italia, hanno partecipato anche le rispettive giunte regionali. L'approvazione dello Statuto e della Convenzione dell'Euroregione segue il vertice di Venezia del novembre 2009 per la nascita di un Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (Gect) con sede a Trieste.

Il soggetto giuridico per la cooperazione tra le tre regioni è costituito da un Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (Gect) con sede a Trieste, che ora deve attendere la ratifica dello Stato, e poi l'adozione da parte delle tre giunte per essere completamente operativo.

Nel corso della trilaterale sono stati approvati i testi della Convenzione e dello Statuto del Gect con una dichiarazione congiunta sottoscritta dai tre presidenti. I documenti saranno trasmessi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ma in sede di redazione tecnica dei documenti c'è già stata un'istruttoria informale da parte del Governo italiano, per cui la ratifica dovrebbe avvenire in tempi brevi.

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.