neq-header.jpg
Stampa
25
Gen

Cristiano Di Paolo nuovo coordinatore dell'ItClub Friuli Venezia Giulia

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 16:52.

Cristiano di PaoloRacchiude tutti i responsabili informatici delle aziende operanti in Regione

 

Cristiano Di Paolo, del Gruppo Pittini di Osoppo, è stato eletto all’unanimità nuovo coordinatore dell’ITCLUB Friuli Venezia Giulia. Subentra a Luigi Gregori (Cogito di Udine), che, al termine del suo quarto mandato (ha coordinato il Club dalla sua fondazione), ha deciso di non riproporre la propria candidatura per favorire il ricambio della squadra. Gregori farà comunque parte del comitato tecnico che sarà completato da Roberto Pozzuto (Calligaris di Manzano), Elena Bianchi (Lima Corporate di Villanova di San Daniele), Daniel Gulic (Dermap di Udine) e Gianpiero Colautti  (Chiurlo di Campoformido).

Stampa
25
Gen

Friuli Venezia Giulia, nasce il Consorzio unico dei vini prodotti in regione

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 12:03.

Claudio ViolinoViolino (assessore regionale all’agricoltura): “grande potenziale promozionale unendo 6 dei 7 consorzi vinicoli”

Presentato a Udine dall'assessore regionale all'agricoltura, Claudio Violino, e dal direttore dell'Ersa, Mirko Bellini, il Consorzio dei Consorzi delle Doc del Friuli Venezia Giulia, che ha lo scopo di promuovere il vino della regione e di fornire assistenza tecnica agli associati, in collaborazione con l'Ersa. Al neonato consorzio, il cui atto costitutivo è stato firmato il 13 gennaio scorso, aderiscono come soci fondatori i Consorzi di Tutela Vini Doc Friuli Annia, Friuli Aquileia, Friuli Colli Orientali e Ramandolo, Friuli Grave, Friuli Isonzo e Friuli Latisana. Non ha aderito il Consorzio Tutela Vini Collio e Carso. Per il primo triennio è stato nominato come presidente pro-tempore Giorgio Badin, che è anche presidente del Consorzio Isonzo.

Stampa
25
Gen

Distretti del NordEst, buono il terzo trimestre 2011

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 12:01.

grafico crescita 1Secondo l’indagine di banca Intesa San paolo, la crescita tendenziale dell’export è stata del 7,7%

Nel terzo trimestre 2011, secondo la ricerca condotta da banca Intesa San Paolo l'export dei 34 distretti industriali del Nordest ha mantenuto un buon ritmo di crescita, registrando un aumento tendenziale del 7,7%. L'export del trimestre luglio-settembre 2011 si è portato a quota 5,8 miliardi, con un guadagno netto di 415 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo del 2010 (+1,1 miliardi rispetto al momento peggiore della crisi nel terzo trimestre 2009).

Stampa
25
Gen

Presentato il “ritratto” economico dell’Alto Adige

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 11:59.

Pubblicazione edita a cura dell’Ire della Camera di commercio di Bolzano è disponibile in 5 lingue

L’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano presenta il “ritratto” economico dell’Alto Adige in cinque lingue. La pubblicazione, che viene aggiornata ogni anno, illustra in modo facilmente comprensibile la struttura economica e sociale dell’Alto Adige. Il presidente della Camera di commercio, Michl Ebner, sottolinea che “la capacità di parlare più lingue è sempre più importante, sia per l’arricchimento personale dei cittadini che per la competitività delle imprese. Come esempio pratico, la Camera di commercio offre la possibilità di conoscere l’economia altoatesina in varie lingue”. Il ritratto economico dell’Alto Adige può essere scaricato gratuitamente in tedesco, italiano, ladino gardenese, ladino della Val Badia e inglese dal sito www.camcom.bz.it/ire alla voce “Studi e analisi”.

Stampa
25
Gen

Primario di cardiologia dell’ospedale di Pieve di Cadore chiede 130 euro a visita per accorciare i tempi di attesa

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 07:21.

ospedale pieve di cadore 1Arrestato dalla Guardia di Finanza di Belluno. Coletto: “se i fatti saranno confermati, saremo inflessibili, fino al licenziamento”

Il primario di cardiologia del nosocomio di Pieve di Cadore (Belluno) aveva trovato per i pazienti la scorciatoia contro i tempi lunghi d'attesa per le visite: i pazienti li riceveva in ospedale in orario di lavoro dietro il pagamento di 130 euro, 100 euro se il compenso era senza fattura. Un meccanismo che andava avanti da tempo, interrotto dalla Guardia di Finanza di Belluno che ha notificato al professionista, Jacopo Dalle Mule, 64 anni, la sospensione dall'esercizio dell'attività sanitaria e il divieto di dimora nel comune bellunese. Il primario è accusato di peculato aggravato continuato, truffa aggravata continuata ed interruzione di pubblico servizio. Dovrà invece rispondere di concorso in truffa sua moglie, che da casa raccoglieva telefonicamente le prenotazioni, spacciandosi a volte, come ‘addetta alla cardiologia’. La donna fissava data e ora delle visite da eseguire negli ambulatori ospedalieri con le attrezzature sanitarie pubbliche. Ospedale 'sfortunato' quello di Pieve di Cadore: solo un mese fa sempre i finanzieri avevano arrestato il primario di ginecologia, Carlo Cetera, che avrebbe intascato 'mazzette' per velocizzare le pratiche per la procreazione assistita.

Stampa
25
Gen

Tir, i motivi economici della protesta

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 07:10.

Cgia logo 1

Secondo la Cgia di Mestre, gli autotrasportatori italiani viaggiano a 0,15 euro netti al Km

 

Anche se le modalità della protesta possono anche non essere condivisibili, resta il fatto che le ragioni sollevate in questi giorni dagli autotrasportatori sono, a parere della CGIA, sacrosante.

Dall’inizio della crisi ad oggi, il costo del gasolio per autotrazione è aumentato del 54,4%, i pedaggi autostradali sono cresciuti del 16,7%, mentre l’inflazione ha subito un aumento tutto sommato contenuto: +5,2%. Il dato più preoccupante è legato al prezzo dell’assicurazione, che nell’ultimo anno è cresciuto del 40% circa. Oggi un autotrasportatore paga mediamente 3.000 euro all’anno per assicurare la motrice di un Tir e 200 euro circa per il rimorchio.

Stampa
25
Gen

Applicazione IMU, continuano le problematiche per la sua applicazione in ambito rurale ed agricolo

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 06:58.

 

Dario ErmacoraErmacora (Coldiretti Friuli Venezia Giulia): “applicare solo aliquote ridotte”. Berger (provincia di Bolzano): “ancora molti punti da chiarire”

 

Le modalità di applicazione dell’IMU, la nuova tassazione introdotta dal Governo Monti su tutti i fabbricati, compresi quelli rurali, continua a fare discutere. Nel mondo agricolo, non si contano più gli appelli a limitare il più possibile la tassazione di quelli che sono a tutti gli effetti dei beni strumentali. Dario Ermacora, presidente Coldiretti del Friuli Venezia Giulia, si è appellato ai sindaci della regione per “ridurre il più possibile le aliquote dell’Imu per le imprese agricole regionali, molte delle quali sono già in crisi per l’effetto congiunto dell’aumento dei costi dei fattori di produzione e per la flessione pesante dei prezzi dei prodotti agricoli”. Nella lettera inviata al presidente dell’Anci friulano Mario Pezzetta, Ermacora sottolinea come “nel caso degli agricoltori ci troviamo di fronte ad una aggravante, poiché essi scontano tutti gli aumenti previsti per la generalità dei cittadini più questa sorta di patrimoniale agricola, che andrà di fatto a tassare quelli che sono a tutti gli effetti i mezzi di produzione: dalle stalle ai fienili fino ai capannoni necessari per proteggere trattori ed attrezzi, stravolgendo la disciplina esistente fino all’entrata in vigore del decreto ‘Salva Italia’, che dal 1993 riconosceva esenzioni a tutti i fabbricati rurali utilizzati a fini della produzione agricola”.

Stampa
25
Gen

Apre la VII edizione di “Klimahouse”, la fiera specializzata per l’efficienza energetica e la sostenibilità in edilizia

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 06:51.

KLIMAHOUSEAppuntamento alla Fiera di Bolzano dal 26 al 29 gennaio 2012

Torna a Fiera Bolzano la settima edizione di Klimahouse, protagonista di un programma particolarmente ricco e innovativo dedicato al mondo dell’efficienza energetica e dell’edilizia sostenibile. In mostra oltre 400 espositori, accuratamente selezionati da una giuria di qualità composta da esperti CasaClima, ma anche un evento aperto al territorio e ai cittadini interessati alle tematiche legate al risparmio energetico. Questo il filo conduttore di Klimahouse 2012 che, a integrazione degli innumerevoli eventi presentati nei padiglioni della fiera, propone ‘City Parcours’, un’estensione del programma collaterale della manifestazione in quattro palazzi storici del capoluogo altoatesino che ospitano eventi, mostre, visite guidate: la Camera di Commercio di Bolzano (CasaClima A+) con una Mostra sulle aziende premiate Klimahouse Trend organizzata in collaborazione con il Gruppo 24 Ore, il Museion (CasaClima B nuovo edificio) con una Mostra della Fondazione Architetti, la Libera Università di Bolzano (CasaClima A) con una Mostra dedicata alla partecipazione Italiana al European Solar Decathlon a Madrid e la Provincia Autonoma di Bolzano - Palazzo 11 (CasaClima Gold edificio risanato) con una Mostra sulle CaseClima premiate.

Stampa
25
Gen

Movimenti nella Lega Nord veneta in attesa delle amministrative di primavera

on Mercoledì, 25 Gennaio 2012 06:40.

tosi flavioIl sindaco Tosi presenta il bilancio dei 5 anni del governo di Verona. Zaccariotto: “le liste civiche funzionano”

La Lega Nord del Veneto scalda i motori in vista dell’appuntamento delle prossime elezioni amministrative. Flavio Tosi, sindaco di Verona, ha presentato alla Gran Guadia il bilancio dei suoi 5 ann di governo della città, con la prospettiva di guidare anche i prossimi 5. Bilancio difficile e non troppo generoso quello delineato dal sindaco sugli alleati del Pdl a Verona nei cinque anni della coalizione che l'ha visto sindaco per la Lega. “Una parte del Pdl - ha detto Tosi - non è stata coerente con il programma e ha lavorato per mettere i bastoni tra le ruote, per boicottare. Invece di lavorare per la città e per l'alleanza, ha lavorato contro. Con questa parte del Pdl possibilità di lavorare assieme non ce ne sono”. Il sindaco ha invece ammesso che “c’è una parte del Pdl, soprattutto anche a livello di dirigenza e non solo di consiglio comunale, anche negli enti, che ha lavorato a favore della città” E quanto alle possibili alleanze future con il PdL, secondo Tosi “la segreteria federale non ha ancora espresso posizioni definitive. Certo, noi siamo su posizioni diverse: loro sostengono il governo Monti, noi siamo all'opposizione. Loro hanno votato per le tasse e noi no. Non è facile spiegare agli elettori che stai assieme con chi a Roma ha fatto una scelta decisamente diversa dalla tua”.

Stampa
24
Gen

Il Consiglio di Stato sospende esecutività sentenza del Tar Lazio su Pedemontana Veneta

on Martedì, 24 Gennaio 2012 18:15.

Luca ZaiaZaia: “una decisione doverosa”. Chisso: “i lavori procedono nell’interesse del Veneto, dei Veneti, dell’economia del Paese”. Miller (Confindustria Veneto): “confermato il sistema di governo del territorio

Il Consiglio di Stato ha emesso un decreto che sospende l’efficacia della sentenza del TAR del Lazio che aveva dichiarato l’illegittimità della procedura relativa alla dichiarazione dell’emergenza Pedemontana Veneta e la nomina del Commissario Straordinario. Soddisfazione per il provvedimento ha espresso il presidente del Veneto, Luca Zaia: “ricordo che la superstrada Pedemontana è fortemente voluta da tutte le comunità interessate e ha il parere favorevole di 35 dei 36 Comuni attraversati. La sua mancanza ha portato pesanti disagi, inquinamento, riduzione della qualità della vita e vittime del traffico, il cui prezzo non è quantificabile. La sua realizzazione, per contro, libererà tutti i centri abitati delle zone interessate dal forte traffico di transito, collegato anche alle attività produttive esistenti, con la previsione – ha concluso Zaia – di un aumento del PIL che si aggira sull’1,5 per cento”.

Stampa
24
Gen

Pressione fiscale al 53% e PIL in calo del 5,1% nel 2013

on Martedì, 24 Gennaio 2012 18:09.

Confartigianato FVG Rete Donne Imprese 1I dati di Confartigianato presentati a Palmanova al convegno Rete Donne Imprese
Fiorini: “manovra Monti inevitabile”. Tilatti: “ora via i privilegi”

Nel 2013 il PIL italiano calerà del 5,1% mentre nel 2012 la pressione fiscale, soprattutto in conseguenza delle due manovre estive alle quali s’è aggiunta quella dicembrina di Monti, sarà la più alta mai registrata nel belpaese: del 45% se calcolata sul PIL, ma addirittura del 53% quella effettiva, depurando cioè dal PIL il sommerso, che notoriamente non paga tasse. Sono alcuni dei dati ricavati dalle relazioni che Enrico Quintavalle, responsabile dell’Ufficio Studi di Confartigianato nazionale, e Andrea Trevisani, direttore nazionale delle politiche fiscali di Confartigianato, hanno presentato nella sala Giustinia al Meeting point San Marco di Palmanova da Confartigianato Friuli Venezia Giulia nell’ambito dell’attività del progetto “Rete Friuli Venezia Giulia Impresa Donna”.

Edgarda Fiorini Presentati da Edgarda Fiorini, presidente nazionale e regionale del Movimento Donne Impresa, che ha evidenziato come ora non vi siano altre strade per ridare ossigeno alle imprese che ridurre la spesa pubblica statale, Quintavalle e Trevisan hanno dipinto un quadro molto preoccupante, spiegando che, se non c’è ripresa, l’Italia difficilmente si salverà, anche perché la pressione fiscale non potrà essere ulteriormente alzata. I relatori hanno poi definito inevitabile la manovra Monti (“occorreva frenare la corsa al rialzo dello spread, che poi significa interessi più alti dei nostri titolo di Stato, un indebitamento maggiore e una concorrenza con il sistema finanziario nella raccolta di danaro che alla fine penalizza le imprese”).

Stampa
24
Gen

Confermati anche per il 2012 i fondi a favore degli emigranti friulani

on Martedì, 24 Gennaio 2012 18:06.

Elio de AnnaDecisione della giunta regionale di tenere invariato il finanziamento di 1,5 milioni di euro per le associazioni dei Friulani all’estero

Anche per il 2012 le associazioni dei friulani all'estero che operano in Friuli Venezia Giulia potranno usufruire di fondi invariati. La Giunta regionale, su proposta dell'assessore competente Elio De Anna, ha deliberato la destinazione dell'intero fondo per i corregionali pari ad 1.550.000 euro, di cui 1.400.000 euro ai sei enti che operano nel territorio regionale, 100.000 euro per il sostegno a favore dei rimpatriati e 50.000 euro per un’iniziativa programmata ad ottobre a Shanghai, con il coordinamento del Servizio corregionali all'estero e lingue minoritarie della Regione, in collaborazione con l'Associazione Giuliani del Mondo e delle altre cinque Associazioni.

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.