neq-header.jpg
Stampa
14
Apr

Padova, scoperta archeologica durante i lavori nella zona industriale

on Sabato, 14 Aprile 2012 18:55.

Padova consorzio Zip rinvenimenti archeologici patavium romana moneta 1Durante gli scavi per i sottoservizi, emerse tombe della Patavium romana

Scavo con sorpresa archeologica in nella zona industriale di Padova (Zip): una scoperta archeologica ha “vivacizzato” il cantiere aperto dal Consorzio Zip per l’esecuzione di nuove opere nell’ex area Cnr, di corso Stati Uniti. Il ritrovamento fortuito di una tomba romana e l'immediata sua segnalazione alla Soprintendenza per i beni archeologici del Veneto, ha indotto immediate verifiche che hanno portato alla scoperta di un piccolo nucleo di sepolture, di grande interesse per la storia di Patavium romana, del suo territorio e della rete di strade e di insediamenti rurali che certamente la circondavano.

Stampa
13
Apr

Tassazione esagerata sui veicoli aziendali: la denuncia di Federauto

on Venerdì, 13 Aprile 2012 21:11.

Il presidente della Commissione prezzi del Senato, Divina, critica l’ulteriore aumento del prezzo dei carburanti per finanziare il fondo della Protezione civile

Federauto entra a gamba tesa contro l'ipotesi di finanziare la riforma del mercato del lavoro attraverso l'inasprimento fiscale sulle auto aziendali. In una nota diffusa dall’associazione dei concessionari italiani si definisce “incomprensibile che si vogliano ancora attaccare gli autoveicoli, gli automobilisti e ora anche i parchi auto aziendali. Il tutto in uno scenario di forte recessione del mercato auto italiano”. E tutto ciò nonostante che Federauto, circa un mese fa, “per la seconda volta in due anni, avesse presentato ad esponenti del Governo un piano organico e triennale per il sostegno della domanda alla luce del fatto che il settore automotive, nel nostro Paese, è una realtà fondamentale e imprescindibile dell’economia e del gettito fiscale dello Stato, fatturando rispettivamente l'11,4% del PIL e contribuendo al gettito fiscale nazionale per il 16,6%, oltre che a dare lavoro, con l'indotto allargato, a ben 1.200.000 addetti”.

Stampa
13
Apr

Confindustria Udine si confronta con l’assessore regionale del Friuli Venezia Giulia Ciriani sulle politiche energetiche

on Venerdì, 13 Aprile 2012 21:09.

confindustria udine energia incontro di palazzo Torriani 1I rappresentanti delle aziende ad alto consumo energetico hanno incontrato i parlamentari della provincia di Udine

“Con riguardo alla situazione energetica nazionale e regionale ci sono tre criticità che si riflettono sulla competitività del sistema produttivo: la sicurezza, l’economicità degli approvvigionamenti e la sostenibilità. Gli effetti si esplicano in prezzi più alti che nei paesi concorrenti, in una forte dipendenza dall’estero che espone a rischi di approvvigionamento, in carenze delle infrastrutture che mettono a repentaglio la stabilità del sistema energetico. Da qui servono scelte non più rinviabili sulle modalità di intervento per far funzionare il mercato energetico”: è quanto ha dichiarato Adriano Luci, presidente di Confindustria Udine, aprendo a palazzo Torriani, l’incontro a porte chiuse in tema di politiche energetiche cui hanno partecipato i parlamentari della provincia di Udine Carlo Monai, Carlo Pegorer, Flavio Pertoldi, Mario Pittoni e Ferruccio Saro, il vice-presidente nonché assessore regionale all’Energia Luca Ciriani e alcune tra le più grandi aziende friulane grandi consumatrici di energia.

Stampa
13
Apr

Tra musica da camera e sinfonica e con una prima esecuzione moderna il Festival Théodore Dubois

on Venerdì, 13 Aprile 2012 21:04.

ARDEO Quatuor - Photo 1Si apre sabato 14 aprile al Palazzetto Bru Zane di San Polo a Venezia

L’ultimo festival della stagione firmata Palazzetto Bru Zane è dedicato alla riscoperta di un musicista romantico che è stato anche direttore del Conservatorio di Parigi. Théodore Dubois e l’arte ufficiale vuole dunque riscattare il pregiudizio accademico cui l’autore fu legato dopo la sua morte e, nel solco della sua opera, programmare i contemporanei Gouvy, La Tombelle, Debussy, Paladilhe, Fauré, Duvernoy, Franck e Pfeiffer.

Stampa
12
Apr

Tav in Veneto, il “tracciato alternativo” limitrofo all’attuale asse ferroviario convince

on Giovedì, 12 Aprile 2012 20:34.

treno tav fs 1Minori costi e impatto ambientale nullo tra i vantaggi del nuovo percorso

Il cosiddetto tracciato 'alternativo' della Tav sull'asse Venezia-Trieste, in affiancamento all'attuale linea ferroviaria, ridurrebbe i costi ad un terzo rispetto ad altre soluzioni, mentre l'impatto ambientale sarebbe praticamente annullato. Così il commissario straordinario per il progetto Tav nel Nordest, Bortolo Mainardi, partecipando all'audizione in Commissione trasporti del Consiglio regionale Veneto, dove si proponeva di fare il punto sullo stato dell'arte della fase progettuale del tratto veneto dell'alta velocità/alta capacità ferroviaria.

Stampa
12
Apr

Formazione professionale, in Veneto il 67% dei giovani usciti dalla scuola ad un anno lavora e il 50% fa un lavoro coerente con il percorso formativo

on Giovedì, 12 Aprile 2012 20:29.

formazione professionale alberghieroDonazzan: “dati positivi che giustificano le risorse che la regione spende nella formazione dei giovani”

Per verificare l’efficacia dell’offerta di formazione professionale e gli esiti occupazionali nel Veneto alla presenza dell’assessore regionale all’istruzione formazione professionale e lavoro Elena Donazzan, è stata presentata la ricerca ‘Placement’ che ha preso in esame quasi 14.000 qualificati ai corsi di formazione professionale nel triennio 2007- 2010 per complessive 152 diverse qualifiche professionali offerte da 134 enti di formazione. A un anno dalla qualifica, il tasso di occupazione raggiunto è stato del 67%. “Un risultato molto positivo – ha commentato l’assessore Donazzan – che conferma con evidenza e dati oggettivi la validità del modello veneto basato su una formazione utile, cioè spendibile nelle aziende, e anche su una proposta educativa. Abbiamo voluto misurare la bontà delle tante risorse messe a disposizione e la qualità degli interventi: ne esce un risultato del tutto positivo in relazione all’inserimento lavorativo dei più giovani e al gradimento da parte delle aziende. E’ questo che dobbiamo fare in questo momento di difficoltà per il mondo del lavoro. Lo sforzo per il futuro è di programmare politiche che rispondano efficacemente alle esigenze precise del mondo del lavoro e delle imprese. A volte - ha sottolineato inoltre - c’è un’informazione distorta o carente sulla formazione professionale: questa ricerca ripristina un’informazione corretta e mostra che le risorse che la Regione impiega sono giustificate e che questo fondamentale settore va difeso e rilanciato”.

Stampa
12
Apr

Da un anno l’orchestra regionale del Trentino Alto Adige “Haydn” attende la nomina di un nuovo vertice

on Giovedì, 12 Aprile 2012 17:53.

Orchestra HaydnTutti gli enti hanno nominato il loro rappresentante del consiglio d’amministrazione. Manca ancora quello della provincia di Trento, che dovrebbe fare il presidente

Da oltre un anno, la gestione dell’orchestra regionale del Trentino Alto Adige “Haydn” naviga a vista a seguito delle annunciate dimissioni del presidente Franz von Walter presentate il 24 marzo 2011 e operative a partire dal 31 dicembre 2011. Peccato che ad oltre 4 mesi dall’ufficializzazione delle dimissioni del presidente, la situazione sia ancora in alto mare, con von Walter costretto suo malgrado a svolgere le funzioni in regime di proroga, con il limite di attenersi all’ordinaria amministrazione, con ciò inficiando l’attività di programmazione della futura stagione sinfonica.

Von Walter è stufo: “se non si decidono entro la fine di aprile 2012, io mollo tutto. Non è possibile che in un anno non si riesca ad individuare il mio successore, la cui nomina spetta per questa tornata alla provincia di Trento” sbotta il presidente uscente che ricorda come “entro la fine di questo mese la Fondazione deve approvare il proprio bilancio di previsione 2012, pena bloccare tutta l’attività.

Stampa
12
Apr

Alto Adige, solo crescita moderata per l’economia provinciale nel 2012

on Giovedì, 12 Aprile 2012 17:48.

Presentati i dati dello studio realizzato dalla Camera di commercio di Bolzano. Preoccupa l’andamento del settore turistico

La Camera di commercio di Bolzano ha presentato i dati relativi all’economia dell’Alto Adige nel 2011 alla presenza dei vertici nazionali di Unioncamere. Ne emerge un quadro tendenzialmente negativo, specie per quanto riguarda il turismo, che preoccupa gli amministratori provinciali. L’economia internazionale cresce a ritmo rallentato rispetto all’anno scorso e l’Europa è ferma. Il taglio ai debiti della Grecia ha calmato i mercati finanziari e nella crisi finanziaria il peggio sembra essere passato. Le aspettative reddituali delle imprese altoatesine per il 2012 calano in otto su nove settori e quindi anche per l’economia in complesso, ma restano comunque nettamente superiori all’anno della crisi 2009. Per l’Alto Adige si delinea per il 2012 una crescita economica modesta, nell’ordine di mezzo punto percentuale al massimo.

Stampa
12
Apr

La bolletta energetica per le famiglie è aumentata del 48,3%. Boom per il costo del gas metano: +58,8%

on Giovedì, 12 Aprile 2012 17:39.

energia gas fiamma FbyShStudio degli artigiani di Mestre sull’andamento del mercato dell’energia nell’ultimo decennio

Tra il 2001 ed il 2011, secondo uno studio della Cgia di Mestre, le bollette energetiche delle famiglie italiane sono aumentate del 48,3%. In termini assoluti, la maggiore spesa sostenuta in questo decennio dai nuclei familiari italiani è stata pari a 455 euro, così suddivisa: 141 euro in più per l’energia elettrica; 314 euro in più per il gas. La variazione percentuale, invece, ha visto aumentare la prima del 34,5% e la seconda del 58,8%. Sempre nello stesso arco temporale, l’inflazione è cresciuta del 15,7%.

Stampa
12
Apr

Friuli Venezia Giulia, cresce il ricorso alla cassa integrazione come nel resto d’Italia

on Giovedì, 12 Aprile 2012 17:14.

FVG paolo pupulin pd Prosegue la corsa al rialzo della cassa integrazione anche in Friuli Venezia Giulia così come nel resto dell'Italia. A metterlo in evidenza è il consigliere regionale del PD Paolo Pupulin, che analizza nel dettaglio la situazione. A marzo, secondo i dati diffusi dall'Inps, le aziende in tutta Italia hanno chiesto all'istituto 99,7 milioni di ore di CIG, con un aumento de 21,6% su febbraio. In Friuli Venezia Giulia il dato risulta particolarmente più pesante, con una richiesta di 2.095.596 ore autorizzate, in notevole aumento (più 39,5%) rispetto alle 1.502.697 del febbraio scorso. Una cifra alta simile a quella del marzo 2011 (erano state autorizzate 2.165.342 ore), quando si pensava di aver toccato la punta massima della crisi. Nei primi tre mesi dell'anno, in Friuli Venezia Giulia le ore di cassa integrazione sono state 5.483.377, rispetto alle 4.206.905 dello stesso primo trimestre del 2011 (più 30% sui primi 3 mesi 2011).

Stampa
12
Apr

Si amplia l’attività del difensore civico della provincia di Venezia ad altri comuni

on Giovedì, 12 Aprile 2012 08:26.

protocollo difensore civicoI sindaci di Noventa di Piave, Scorzè e San Donà di Piave firmano la convenzione di servizio. Zaccariotto: “sinergie tra enti pubblici, risparmi e aiuto ai cittadini”

Cresce il numero dei comuni della provincia di Venezia convenzionati con il Difensore civico con la stipula della convenzione per il servizio territoriale di difesa civica: hanno firmato la convenzione alla presenza del difensore civico provinciale Franco Zorzetto, il presidente della Provincia Francesca Zaccariotto, il sindaco di Noventa di Piave Alessandro Nardese, il sindaco di Scorzè Giovanni Battista Mestriner, il vicesindaco di San Donà di Piave Alberto Gobbo. Il protocollo sottoscritto prevede che il difensore civico della Provincia assuma la denominazione e il ruolo di “difensore civico territoriale”. Le sue funzioni sono estese alle attività delle aziende speciali, istituzioni ed enti controllati dai Comuni, nonché dei concessionari di servizi comunali. In questi casi l'azione del difensore civico é rivolta direttamente alla struttura di volta in volta interessata; di ogni intervento o proposta é data costante informazione anche al sindaco del comune stesso.

Stampa
12
Apr

“Adotta una Garganega”: sabato 14 aprile la prima consegna delle bottiglie di Soave Doc ai vignaioli a distanza

on Giovedì, 12 Aprile 2012 08:22.

Etichetta tipo Vignaioli Adottivi Garganega Strada vino Soave 1Iniziativa volta a valorizzare il vitigno tipico del Veronese accolta da 150 persone da tutt’Italia

A dar retta alle previsioni, sarà una primavera bagnata, ma per questo fortunata, vista la siccità che ha colpito il nordest dall'inverno scorso, quella che i "vignaioli adottivi di Garganega" si apprestano a festeggiare sabato 14 aprile p.v. nelle settecentesche sale dell'enoteca ristorante Bacco d'Oro di Mezzane di Sotto (VR) su proposta della Strada del vino Soave. Che, ad un anno dal lancio del progetto “Adotta una Garganega”, promosso dalla Strada per valorizzare il territorio nel suo complesso, dà inizio, con la serata conviviale a base di asparago di Verona e altre specialità delle colline veronesi, alla prima consegna delle bottiglie di Soave Doc 2011 ai vignaioli a distanza che hanno adottato le viti di Garganega, a tutt'oggi, oltre centocinquanta provenienti da tutta Italia.

TROVA ...

Questo sito utilizza i cookie. Procedendo la navigazione su questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.